sabato 28 aprile 2012

Un gioco da Ragazzini



Il Comune di Forlì non sarà rappresentato a Scandicci dall'assessore allo Sport (ops, non c'è) ma dal presidente del consiglio comunale Paolo Ragazzini, sempre più affezionato tifoso biancorosso.

venerdì 27 aprile 2012

Duemilaecinquantanove



Tanti sono i giorni passati dal 5 settembre 2006, quando il Forlì di allora, quello incenerito da Oliveti, non fu ammesso dalla Federazione per i mancati pagamenti ai giocatori.

Era, me lo ricordava oggi Pardo, il giorno di Italia-Austria Under 21 al Morgagni. Segnò il gol vittoria Montolivo, erano in campo tra gli altri Aquilani e Pazzini, Rosina - ai tempi enorme speranza azzurra - e Giuseppe Rossi. L'Italia era appena diventata campione del mondo, tre giorni dopo la Juve avrebbe debuttato in B a Rimini, nell'Inter c'erano Solari e Recoba. Come dire: ne è passata di acqua.

2.059 sono i giorni passati dal 5 settembre 2006 al 29 aprile 2012. Che forse, chissà, magari, restituirà il Forlì al calcio professionistico. Io in ogni caso sarò a Spezia, a seguire con trepidazione la nazionale cantanti.

giovedì 26 aprile 2012

Balliamo Forlì-Ravenna?


Le immagini più belle del derby. Sotto, I'm gonna be 500 miles dei Proclaimers. La sentii allo stadio di Glasgow nel 2007, prima di Scozia-Italia 1-2 (qualificazioni Europei). Cantava tutto lo stadio, una roba fantastica.
Più o meno come il derby.

Cose che capitàno



Domani sul Carlino lunga intervista al capitano del Forlì Marco Sozzi. Tra le cose che non dice, queste che mi ha scritto stasera. 

Sono in giardino e sto ripensando al mazzo che ci siamo fatti per arrivare fino a qua a tutti i momenti di difficoltà, alle trasferte di Classe, Ronta, ecc... All'assurdità della gara di Argenta, al gol di Forli-Tropical, al gol di Cesenatico, a questa estate quando in lacrime giravo su e giu qui, al ritiro a Rocca, a Forli-Este, al gol alla  Pistoiese, al derby che mi tremavano le braccia dall'adrenalina poco prima della gara, alla cornice di pubblico stupenda, a questi tre giorni ad un passo dalla gloria o meglio dalla storia!! Cazzo se è un sogno nn svegliatemi... !!!!!

Io ho brividi, te no?

Il mostro di Scandicci




Va beh, questa era su un piatto d'argento. Solo per dire che la società mette a disposizione dei "primi 52 che si prenotano" il pullman gratis per Scandicci, domenica. Beati loro.
Io, come già ricordato malignamente da qualche commentatore nei post precedenti, sarò a Spezia a seguire la nazionale cantanti. Che tragedia.

L'ex Di Belen





Il responsabile del settore giovanile del Forlì Raffaele Montalti è un notissimo tifoso juventino. Ieri, dopo Forlì-Ravenna, è andato ovviamente al Manuzzi. A un certo punto, quando è entrato l'ex di Belen, Montalti ha detto ad un amico che aveva a fianco: "Se segna Borriello torno a casa a piedi".

Venti chilometri, fino al centro di Forlì. Fatti. E' da questi particolari che si riconosce un fuoriclasse.

mercoledì 25 aprile 2012

Piangeva


Checco Pezzi, ex desaparecido, ha deciso il derby col Ravenna. Aveva segnato anche all'andata, l'anno scorso bollò Rimini e Cesenatico. Come dire: i derby lo ispirano.

L'ho sempre considerato un gran bel giocatore anche se questi ultimi mesi mi avevano fatto venire qualche dubbio. Ma ha qualcosa, non so definire cosa, che lo rende speciale.

Comunque hanno vinto facile anche Este e Mezzolara che restano a 5 punti. Domenica basterà vincere a Scandicci per avere la promozione matematica. Altre notizie: Prefetto e Bulbi in tribuna, Sozzi stremato domenica riposerà, Ceramicola infortunato stagione finita, tribuna piena anche se, sincero, speravo in qualcosa di più a livello numerico (1.053 paganti). Il calore comunque c'è stato, tanto, e la squadra - ammissione dei protagonisti - l'ha sentito.

Domanda: Balestra?

martedì 24 aprile 2012

L'uomo del destino


Quanto 'pesa' un allenatore sul rendimento di una squadra? Esistono tante filosofie di pensiero (+ del 50%, meno, tutto, niente, deve solo mettere in condizione di dare il massimo i giocatori che ha). Secondo me dipende. L'allenatore del Forlì Attilio Bardi ad esempio 'pesa' molto (+ del 50%) perché richiede ai giocatori un'applicazione molto rigida delle sue idee del calcio. A inizio stagione, e anche all'inizio della scorsa, Bardi ha dovuto tenersi stretto coi denti il suo 3-4-3 simili Napoli nonostante molti, dentro e fuori dalla società, gli chiedessero gentilmente di adattare le sue idee del calcio ai giocatori e non viceversa. Bardi ha rischiato il posto, diciamolo pure. Ma tranne rarissime eccezioni, dovute in particolare alla disposizione di quegli avversari che schieravano una sola punta (e allora è meglio il 4-4-2, così non 'sprechi' tre centrali su un attaccante solo) ha tirato dritto per la sua strada come un fuso. E oggi, comunque vada il derby domani, bisogna levarsi il cappello e riconoscergli la ragione. Punto.

Oltre a vincere Attilio Bardi ha dato un'identità alla squadra - l'unica brillante in questo girone - e fatto divertire i tifosi. Pensateci: quante volte vi siete annoiati al Morgagni negli ultimi tre anni? Quattro? Cinque? Sei? E' comunque pochissimo rispetto alle oltre cinquanta partite giocate in casa dal Forlì.

Qui c'è una bella intervista, con scheda tecnica e qualche segretuccio, che ho trovato su internet.
Qui qui e qui invece la spiegazione della fase difensiva del suo 3-4-3 che con grande gentilezza scrisse per questo blog a inizio stagione.

Cose che voi umani



Biglietti in vendita fino alle 12 di domani, poi stop (nel caso non facciate in tempo, cercate una Opel grigia familiare in zona biglietteria). Io non l'avevo mai vista una roba così: ma davvero Forlì-Ravenna è così pericolosa per l'ordine pubblico?

Ieri pomeriggio anche i giocatori del Forlì hanno fatto la fila per comprare i biglietti in prevendita: nella foto Semeraro e Giorgi.

Probabili formazioni
Forlì (3-4-3): Nunziata, Giorgi, Orlando, Martini, Semeraro, Sozzi (Mordini) Evangelisti, Bergamaschi, Pezzi, Petrascu e Melandri.

Ravenna (4-3-3): Menegatti, Bizzarri, Panarotto, Ceroni, Ziino, Piraccini, Gadda, Affatigato, Alberti, Tazzari (Noschese), Shiba.

Son teso io, non voglio pensare a Sozzi.

lunedì 23 aprile 2012

Conficconi revolution



Conferenza stampa pre derby: il presidente del Forlì, uomo nettamente d'altri tempi, chiede ai tifosi biancorossi un gigantesco segno di maturità: "Il calcio è amicizia e divertimento. Non offendiamo i ravennati".


Tuttomercato



Il Forlì ha già un obiettivo di mercato, in caso di promozione tra i professioni. E' Davide Poletti, sei stagioni in biancorosso tra il 2000 e il 2006 (era un ragazzino che sprizzava tanto talento da far imbufalire continuamente Cotroneo), da cinque anni leader del San Marino.

Costa tanto, ma vale quanto pesa.

Un motivo in più



Per vincere mercoledì. Regalare un sorriso a Lorenzo.

domenica 22 aprile 2012

E' fatta, quasi


Petrascu (2) e Melandri - sempre loro - firmano la sesta vittoria consecutiva del Forlì, che allunga a +5 su Este e Mezzolara e 'vede' la promozione in Seconda. Già mercoledì nel derby col Ravenna il Forlì potrebbe festeggiare ma dovrà battere i cugini impelagati in zona playout e sperare che non vadano oltre il pari Este (a Camaiore) e Mezzolara (col Cerea). Difficile.

A Campi Bisenzio comunque prova di grandissima maturità. Note di cronaca: vento fastidiosissimo, ma Petrascu ringrazia perché altrimenti non avrebbe segnato direttamente da calcio d'angolo la 22° rete stagionale (poi è arrivata anche la 23°).

Peccato per l'infortunio muscolare di Sampaolesi, che finisce qui la stagione. Il ragazzo però ha conquistato tutti: in Seconda - toccatevi pure - ci sarà.


sabato 21 aprile 2012

Salto doppio?



Mi segnala Ettore Morini che il vicepresidente vicario della Figc Alberto Mambelli ha annunciato oggi in tv che il prossimo anno faranno solo una serie C, unificando Prima e Seconda Divisione.

Non è ufficiale, ma quasi.

La testa di Nicolini



Il Mezzolara (nella foto di Schicchi Bazzani e Nicolini) batte l'Este a domicilio e lancia la fuga del Forlì. Vincendo domani a Campi Bisenzio i biancorossi allungherebbero a +5 a tre gare dalla fine, ipotecando la Seconda Divisione.

Occhio però: il Mezzolara (Kalle dixit) può anche vincerle tutte. E oggi è a -2.

Tutto Este-Mezzolara minuto x minuto



Este-Mezzolara ce la racconterà live Alberto Calderoni, che non ha resistito ed è partito per il veneto.
Qui, dalle 15, gli aggiornamenti di Kalle.

Al 10' 0 a 0, due occasioni per l'Este, un salvataggio sulla linea

Ancora 0-0 alla mezz'ora, poche emozioni

Gol del Mezzolara!!!


Ha segnato Nicolini di testa al 42'. Fin li meglio l'Este, ma subito dopo il gol gli ospiti hanno avuto l'occasione per il raddoppio ancora con Nicolini di testa.


Fine primo tempo, Este-Mezzolara 0-1.
Son seduto vicino alla Merz



Al 55' sempre 0-1, occasione Este da corner, nulla di fatto


Occasionissima Mezzolara con Buscaroli, che sbaglia solo davanti al portiere


Un quarto d'ora alla fine. Adesso spinge l'Este, bella parata del portiere del Mezzolara


Traversa riga e gol mangiato dal capitano dell'Este Moresco da mezzo metro


Incredibile Este! Sottovia ha scartato il portiere e poi ha tirato fuori!


E' finita!! Mezzolara batte Este 1 a 0. Mamma mia, si sono mangiati l'impossibile

venerdì 20 aprile 2012

Fortuna che c'è la Prefettura


Biglietti limitati dal Prefetto per Forlì-Ravenna: 2.500 ai forlivesi e 800 ai ravennati.
Basteranno? :-)

Info: ticket in prevendita al Morgagni lunedì e martedì dalle 16 alle 19. A Ravenna potranno comprarli fino a martedì alle 19. Nel settore ospite ci saranno minimo sei volontari ravennati simil-steward.

Domani Este-Mezzolara. I lettori di questo blog sperano nella vittoria del Mezzolara. Io pure, anche se la vedo dura. Anche se da Mezzolara promettono di sputare sangue. Il difensore Marco Arlotti, per dire, ha dichiarato oggi che per loro trattasi della "partita della vita" e che, dopo Ravenna, Forlì e Pistoiese, vogliono pigliarsi lo scalpo anche dell'Este.
Sperem.

Bulbi al Morgagni


E non c'entra il Toscano, il giardiniere. Mercoledì al derby col Ravenna sarà presente allo stadio anche il presidente della Provincia Massimo Bulbi. Notissimo tifoso del Cesena, certo (come si vede dalla foto di Luca Ravaglia).

Però chissà: vedendo all'opera Petrascu e Melandri magari scopre che son più divertenti loro di Rennella e Malonga, no? E poi va a finire che il prossimo anno, se davvero unificano la serie C, saremo ad una sola, piccola categoria di differenza.

mercoledì 18 aprile 2012

Lanciotto Sgarbi Bisenzio

Ieri il Forlì ha chiesto ai prossimi rivali di anticipare la partita a sabato, così da avere un giorno di riposo in più in vista del derby di mercoledì col Ravenna. Risposta: no.

Este e Mezzolara invece si sono accordate e giocano sabato. Meglio o peggio per il Forlì sapere prima il risultato delle rivali? Ma soprattutto: e la contemporaneità? Non era fondamentale nei finali di stagione? Mah, in serie D sembra tutto così casuale, caotico, improvvisato. Fortuna che è l'ultimo anno :-)

martedì 17 aprile 2012

Anche l'Este ha il suo blog

Lo fa un ragazzo che si chiama Francesco Vigato. E ci sono un mucchio di curiosità.
Cliccando sull'immagine ci sarete catapultati.


E' arrivato l'aiutino


Il Forlì in via ufficiale - detto per telefono da Pardo - accetta la decisione della Commissione Disciplinare. Ma all'interno di squadra e società la rabbia è fortissima. Se avete amici tra i giocatori su facebook vi farete un'idea del nervosismo montante verso Lega e Federazione (roba da squalifiche, occhio gente).

L'Este stamattina fa una conferenza stampa: vedremo cosa dicono.

Certo due punti sono pochi, pochissimi. Ha detto bene Bardi: forse era meglio se non gli davano niente, a sto punto. Così i veneti saranno carichissimi perché sanno di poter vincere nonostante la penalizzazione, il Forlì invece sperava di chiudere il campionato e si trova invece a dover 'sputare sangue' (cit. Conte) fino alla fine.

I numeri, ora. Battendo l'Este all'ultima, il Forlì può pareggiarne due delle altre tre (con Lanciotto, Ravenna, Scandicci) oppure perderne una.

Detto tutto questo, sarà un finale di campionato bellissimo. Uno dei più belli della storia del Forlì. L'Este ha fatto più gol e ne ha subiti di meno, ed è rimasta al comando dalla prima giornata fino a ieri, scavallata solo dalla penalizzazione per aver impiegato nelle prime cinque giornate un modesto difensore, mica Van Basten. Quindi è anche bello che il Forlì il campionato se lo vinca sul campo dimostrando di essere più forte. Finora - almeno è quanto dicono i numeri - non l'ha fatto.

Dai, sarà ancora più bello. Godiamocelo tutti insieme, portiamo gente allo stadio, azzeriamo le polemiche e i rimpianti. Ma soprattutto gli alibi.   

lunedì 16 aprile 2012

Si balla

Due punti all'Este.

la Commissione disciplinare nazionale dispone l’applicazione delle seguenti sanzioni:

- squalifica di 2 (due) giornate, da scontarsi in gare ufficiali a carico del Sig. Ciro Aliberti; - inibizione di giorni 28 (ventotto) ciascuno, a carico dei Signori Renzo Lucchiari e Nereo  con ammenda di 1.000,00 (€ mille/00) a carico della Società AC Este Srl.
- penalizzazione di punti 2 (due) in classifica, da scontarsi nella corrente stagione sportiva

Qui (da pagina 7) tutto il comunicato della Commissione Disciplinare.


La nuova classifica: Forlì 70, Este 68, Mezzolara 65.

Cr7, Petrascu, Shiba e Drogba

Ufficiale, il derby Forlì-Ravenna si giocherà mercoledì 25, poche ore prima del ritorno delle semifinali di Champions tra Real e Bayern Monaco. Slittano infatti le gare cancellate per la morte di Morosini.

Domenica prossima (22) quindi Lanciotto-Forlì, mercoledì 25 il derby, poi via col resto come da programma.

Tutto Ciro minuto per minuto

Ancora non c'è il comunicato della Commissione Disciplinare. L'Este intanto si porta avanti.

Precisa Tognon

Il Dg dell'Este interviene sul blog per precisare alcuni passaggi dell'intervista pubblicata qualche giorno fa qui e sul Carlino. Ecco la sua lettera.

Buongiorno Riccardo sono Simone Tognon e credo sia doverosa una precisazione al tuo commento sotto la mia intervista. Intanto io non attacco nessuno nello specifico sul Vostro allenatore ho semplicemente sottolineato che in un'intervista dopo una gara interna non aveva indicato l'Este come una delle pretendenti al titolo sottolineando anzi un girone d'andata nel quale aveva raccolto più di quanto seminato, libero di farlo ma i numeri dei miei ragazzi sono a tutt'oggi numeri importanti e non credo frutto di sola buonasorte.
Per quel che riguarda la Bagnolese, alla quale hai dedicato molto spazio, preferirei non aggiungere altro perchè tra andata e ritorno in campo e fuori ne ho viste ,sentite e lette di ogni..... e chiudendo per quel che riguarda il Ravenna non sono io ad avanzare dubbi sulla sua iscrizione bensì , ma sono certo che nella registrazione dell'intervista lo ritroverai, un giornale sportivo assai titolato come La Gazzetta dello Sport. Tanto dovevo fermamente convinto che la regolarità di un Campionato stia nell'istituzione che lo organizza e non in chi vi partecipa.

Ciro day

Tic tac tic tac...

Aspettiamo con fiducia. Qui il comunicato della Commissione Disciplinare, quando lo pubblicheranno.

domenica 15 aprile 2012

Avevo 9 anni


Quando mio cugino, mentre stavamo giocando con gli omini del wrestling a casa di nostra nonna, mi disse all'improvviso: 'Hai visto il telegiornale ieri sera? E' morto Scirea'.

Ricordo ancora quel momento, è uno dei pochi di quell'epoca che, chissà perché, mi sono rimasti impressi nella memoria. Voglio dire: non ero un supertifoso, non ero mani andato allo stadio, la Juve era giusto la squadra per cui tifavano tutti i miei familiari quindi anch'io. Ma quella cosa di Scirea fu fortissima.

Ecco, ieri mentre ero seduto fianco a fianco con Mariella, sua moglie, non riuscivo a smettere di pensare a quel giorno di 22 anni fa. E' stato molto emozionante. Grazie ad Alderigo Silimbani, a Raffaele, agli Juve Club dell'Emilia Romagna.

Ciao Piermario, 26 anni


La morte in campo di Piermario Morosini (qui il video) convince la Figc a fermare tutti i campionati compreso quello d'Interregionale. Il Forlì, che era già in Toscana, è tornato in città. Match col Lanciotto Campi Bisenzio rinviato a data da destinarsi.

Certo, il viaggio con pernottamento di una comitiva da 25 persone è stata una spesa inutile e non indifferente.
Certo, il calendario si infittirà causando problemi.

Mi chiedo: ha senso fermare tutto così? Cambia qualcosa? C'entra qualcosa il rispetto verso la morte di un ragazzo di 26 anni? Forse sì, forse no. Ogni opinione è legittima.

sabato 14 aprile 2012

Bardi, le pecore e quella traversa


Ho intervistato il Dg dell'Este Simone Tognon, sul Carlino di oggi. Tra le tante cose che dice, il giovane dirigente veneto attacca un mucchio di gente: Bardi ("Deve avere più rispetto per noi"), la Bagnolese ("In un campo come il loro noi faremmo pascolare le pecore"), il Ravenna ("Perché li hanno lasciati iscrivere?"), la Vecomp ("Sono stati i primi a tirar fuori la storia dell'esposto. Come facevano a saperlo?") e si augura che lunedì dalla Commissione Disciplinare arrivi una sentenza clemente: "Ammettiamo l'errore ma è stato fatto in buona fede da un segretario non professionista".

venerdì 13 aprile 2012

La terza via

Nessuno la prende in considerazione. Eppure c'è, sta sotto gli occhi di tutti. Anzi, ad oggi è probabilissima. Che succede se Forlì ed Este tagliano il traguardo a pari punti? Niente scontri diretti, gol fatti e subiti, classifiche avulse. Si gioca uno spareggio secco con supplementari e rigori.

Già stabilita la data, domenica 13 maggio, sette giorni dopo la fine del campionato (e ci sarebbero due Forlì-Este in una settimana, auguri) e sette prima dell'inizio di playoff e playout.

Non è ancora stabilito il campo, invece, che dovrà comunque essere neutro.

mercoledì 11 aprile 2012

Il Forlì sta in Campana


E' finita 12-0 l'amichevole disputata oggi in un Federale fangosissimo tra Forlì e Oma Polisportiva Buscherini, la squadra - campionato Arci, secondi dietro al Casablanca - allenata dal giornalista del Corriere e speaker del Morgagni Benito Campana (nella foto con Nunziata).

Il primo tempo era finito solo 4-0, poi la goleada. A segno tra gli altri Belluzzi e Petrascu, bene in mediana Balestra che è tornato in forma smagliante. Andrà almeno in panchina domenica?

Il gol di Aliberti a Bagnolo


Boh, io tutte queste irregolarità non le vedo. Fosse anche in fuorigioco, o fatto con la mano, sarebbe comunque un gol difficile da annullare in serie D, con gli arbitri visti quest'anno.

I sogni son desideri

Lunedì prossimo - pare - la Commisione Disciplinare si esprimerà sul caso Aliberti. Le certezze sono che il Procuratore ha concluso e consegnato le proprie indagini, che l'Este ha opposto le proprie controdeduzioni, che i veneti hanno imboccato la via del patteggiamento, che l'eventuale penalizzazione sarà da scontare nella stagione in corso. Fine. Il resto si vedrà.

Io ho un sogno, i have a dream: domenica il Forlì passa a Campi Bisenzio e l'Este pareggia col Mezzolara (+2). Lunedì la Commissione cala la mannaia di un bel -5, e il Forlì va a +7 sui rivali a tre giornate dalla fine. Ergo, la domenica successiva in un Morgagni tutto esaurito Sozzi, Seba e compagni hanno la chance di vincere il campionato nel derby col Ravenna.
Brutto?

lunedì 9 aprile 2012

L'inarrestabile Ciro



A Bagnolo ha segnato il gol vittoria Ciro Aliberti. Sì, proprio lui. Quelli del posto non l'hanno presa benissimo. Questo un pezzo dell'articolo uscito a firma Luca Cavazzoni sulla Gazzetta di Reggio.

La Bagnolese perde ancora con l'Este e lo fa nuovamente in situazioni poco chiare. Sul terreno amico del Fratelli Campari, alle soglie dell'intervallo, decide il gol irregolare di Aliberti, il quale in fuorigioco e di pugno insacca una precedente sponda – di gomito –di Moresco. Grottesco, nella circostanza, l'atteggiamento della terna arbitrale, dato che il collaboratore sotto la tribuna non va verso il centrocampoma la rete viene convalidata dal signor Lazzeri di Arezzo; nonostante capitan Orlandini chieda giustamente spiegazioni in merito. Peccato perché la Bagnolese ha giocato una grande partita, ha messo tanta paura addosso ad una delle due regine del campionato ed in pieno recupero ha avuto la palla d'oro per un pareggio che sarebbe stato pesante e giusto.

sabato 7 aprile 2012

Pasqua coi fiocchi


Ventuno per Seba, che con una doppietta stende la Pavullese e va in testa alla classifica dei bomber. Poi nel secondo tempo San Sebastian (e non solo lui) mette le pantofole tanto che il Forlì rischia addirittura di buttarla.

Vincono anche Este, 0-1 a Bagnolo, e Mezzolara, 3-2 allo Scandicci. Domenica prossima però ne salta una: c'è Este-Mezzolara.

Amauri e Bonucci rendono il sabato prepasquale indimenticabile: se stanotte va come deve andare è la giornata perfetta.

venerdì 6 aprile 2012

Buona Pasqua, Zattarin


Domani Forlì-Pavullese e Bagnolese-Este. Gufa Bardi: 'Se Greco decide di giocare può fare la differenza contro chiunque'. Un ovetto per il mister dell'Este?

giovedì 5 aprile 2012

E Mazzoli in panchina?


Sabato con la Pavullese potrebbe tornare nella lista della partita anche Manuel Mazzoli, ormai pienamente recuperato dopo lo stiramento alla gamba sinistra. L'ultima partita giocata dal mancino riminese risale al 26 febbraio. La sua freschezza - e magari qualche gol, è fermo a quota uno - sarà preziosissima nella volata finale.

mercoledì 4 aprile 2012

Bellini in campo


Sorpresa: anche il consigliere del Forlì Davide Bellini (Ated2) nella squadra di Claudio Aldini - sono quelli contro il Velox di Rovere - che correrà alle prossime elezioni politiche di Castrocaro. E' una lista civica appoggiata dal centrodestra, la sfida è al candidato del centrosinistra Luigi Pieraccini.

Con Aldini e Bellini anche Tommaso Sgarlato, già consigliere comunale nel Comune termale ma soprattutto mio compagno di squadra a calcetto. Inutile dire per chi farò il tifo.

lunedì 2 aprile 2012

Il 5 maggio di Rondon-aldo


Già me lo vedo, il 10 dell'Este, il 5 maggio piangere in panchina per il treno che non passa più.
Che bello: la supersfida del Morgagni che doveva essere il 6 maggio è stata anticipata a sabato 5 per la diretta tv di Raisport. Se non è destino questo, ditemi voi.

domenica 1 aprile 2012

Salviamoci la Pelli


Scusate la lunga assenza. E' che nei giorni scorsi ho avuto un confronto (oddio, ha parlato più che altro lui. Oddio, parlato è una parola grossa) col diesse del Forlì e umanamente ci sono rimasto abbastanza male. Non potendovene fregare di meno, giustamente, veniamo al campo.

Il Forlì ha vinto a Santa Croce sull'Arno, in casa del Pelli, la quarta partita consecutiva, settimo risultato utile di fila. Hanno segnato i soliti due, mi dicono che è stata una gara a senso unico. Ha vinto anche l'Este 4-0 facile con l'ultima in classifica, e il Mezzolara a Ravenna. Classifica immutata: Forlì ed Este 67, Mezzolara 62.

Doveva essere una giornata interlocutoria e lo è stata. Ora ne mancano cinque alla fine, il Forlì ne ha tre in casa (Pavullese, Ravenna, Este) e due fuori (Lanciotto Scandicci). Si possono vincere tutte. La buona notizia è questa, ma anche la condizione fisica generale fa ben sperare, non ci sono stati ammoniti, è rientrato Evangelisti, Sozzi ha confermato di essere decisivo in questa parte delicatissima della stagione, Orlando al centro dela difesa è diventato una certezza. Nient'altro da aggiungere.

Anzi, una roba sì. Domenica prossima non lasciatemi solo nel tunnel che porta al campo, please :-)