mercoledì 10 febbraio 2016

Senza suerte



Si poteva vincere e si poteva perdere ma il Forlì, al termine di una partita talmente importante da diventare bellissima, ha finito per avvicinarsi moltissimo ai 3 punti: la traversa con palla sulla riga (dentro, fuori, boh) di Nocciolini ha chiuso un match avvincente ed equilibrato. L'Altovicentino ha dimostrato sul prato del 'Morgagni' di essere organizzato e fisicamente spiazzante, il Forlì dopo essere andato sotto ci ha messo molto cuore, l'ha girata con due rigori e alla fine quasi vinta giocando sugli strappi e solo in verticale. Di più non si può chiedere, ci voleva una zampata del destino e (ovviamente, trattandosi del Forlì) non c'è stata.

Il Parma è tornato a dilagare allungando di nuovo a +9, l'elastico rischia di logorare soprattutto noi che inseguiamo senza tanti giocatori. Speriamo che Gadda riesca a tenere alta l'attenzione di un gruppo che in questi mesi è andato davvero un pochino oltre i propri limiti, domenica la trasferta a Correggio è un campo minato. 

I singoli. I due atalantini Tentoni e Merelli hanno fatto e disfatto, il primo migliore in campo per distacco e il secondo autore dell'errore che ha deciso il match. Un errore o due a campionato per un portiere del '96 sono il minimo sindacale, peccato proprio oggi. Peluso è entrato finalmente ispirato e ha servito a Nocciolini l'assist perfetto per il 3-2, peccato che il bomberone toscano abbia scelto per la soluzione di potenza anziché lo scavetto: avrebbe segnato facilmente. Ma con i se, e con quelli in tribuna, non si scrive la storia. Purtroppo. 

martedì 9 febbraio 2016

Come sta il Forlì



Non benissimo. Anzi, peggio di così era difficile immaginare l'approccio ai 10 giorni più importanti della stagione. Di Turchetta sappiamo (poco): al momento credo che Fatal corra sul tapis roulant e oggi Gadda ha ammesso che 'prima di 20 giorni minimo è impensabile riaverlo'. Capellupo ha uno stiramento di due millimetri ed è sicuramente out per Altovicentino e Correggese. Il mister spera in un recupero lampo per il Parma ma sarà dura, durissima. La brutta notizia del giorno riguarda Cola, che Gadda aveva deciso di schierare nel ruolo di Capellupo per coprire la difesa e mantenere 'intelligente' la squadra: l'ex Santarcangelo è uscito dai giochi avendo trascorso la notte tra lunedì e martedì in bagno causa vorticoso attacco gastrico. La sua presenza è a fortissimo rischio, vederlo in campo domani sarebbe davvero una sorpresa.

domenica 7 febbraio 2016

Andiamo a prenderli?


Secondo pareggio consecutivo per il Parma, che dopo lo 0-0 col Mezzolara non va oltre l'1-1 a Correggio: in due giornate gli abbiamo mangiato 4 punti. Vince invece l'Altovicentino, 4-2 spettacolare alla Ribelle. Mercoledì li aspettiamo al 'Morgagni' senza Capellupo, che spera di tornare a disposizione per il 21 (Parma) e Turchetta. Due giganti.

Sarà durissima ma quella piccola speranza che prima non c'era, adesso c'è.

sabato 6 febbraio 2016

Per non dimenticare


In campo oggi alle 14,30, all'andata (qui il dolorosissimo video) il Forlì debuttava in casa dopo i processi e la coppa Italia e subiva quella che è rimasta l'ustione più dolorosa di questo campionato. Undici contro dieci, in vantaggio 1-0 e con enormi praterie a disposizione, gli attaccanti biancorossi sbagliavano tutto il calcisticamente possibile e alla fine il Forlì veniva raggiunto con un bolide da 20 metri all'ultimo minuto.

Oggi come allora dovrebbe giocare Peluso dall'inizio (è in dubbio Personè). Fu quella probabilmente la partita nella quale l'ex attaccante del Romagna Centro ha smarrito in un botto le sue certezze. Un girone dopo vediamo se la maledizione è evaporata.

lunedì 1 febbraio 2016

Santarcangelo 6 tutti noi



-6 alla società gialloblù nostra vicina (e -13 all'Aquila). Glieli avessero dati anno scorso seguendo il regolare principio dell'afflittivà, sarebbero andati ai play out visto che chiusero il campionato a +1 sul Forlì. Così invece chissà, se i punti saranno afflittivi in questa stagioni. Ridicoli.

Poi il Santarcangelo farà appello, gliene leveranno qualcuno a fine primavera e bla bla bla. Inutile stare qui ad ammorbarci l'un l'altro: merde sono, in Federazione, e merde resteranno a prescindere dai nostri giramenti di bile.

Il Forlì è (Crocetti) 'parecchio arrabbiato'. Dagli torto.

domenica 31 gennaio 2016

Senza rimpianti



Vinciamo sempre, oggi elementare 2-0 alla non-tanto-Fortis Juventus liquidata in un primo tempo che è sembrato almeno a me complicato, e invece si è risolto col doppio vantaggio e-tutti-a-casa. Ma le notizie più importanti di giornata arrivano dagli altri campi: pareggia ancora il Parma col mitico Mezzolara dei nostri ex, perde addirittura l'Altovicentino a Chioggia (e domenica prossima tocca a noi, ocio). Ergo, il primo posto è a +9 e il secondo tutto nostro con 2 lunghezze sull'Altov. Dietro neanche parlarne: casca il Rovigo, pareggia il San Marino: adios a tutti. Restiamo in tre col Parma sempre lontanissimo.

mercoledì 27 gennaio 2016

Boys Story

Copio-incollo la news pubblicata stamattina sul sito dei Boys Parma. Sarà una divertente domenica di calcio e tifo vero, dopo tante domeniche nelle quali il caro e vecchio 'Morgagni' ha dato il peggio di sé, nella cornice di un campionato francamente insopportabile anche ai più gagliardi tra i tifosi del Forlì. Per il 21 facciamoli sentire a casa (nostra).

martedì 26 gennaio 2016

Alex il leone



Forlì tifa Sirri nella clamorosa semifinale di andata di coppa Italia che vede stasera impegnata l'Alessandria contro il Milan allo stadio Olimpico di Torino. Fuori Bacca, il forlimpopolese classe 1991 se la vedrà con Balotelli (e considerato il caratterino dei due sono previste scintille). Ma non sarebbe male anche un duello in fascia tra il nostro ex Roby Sabato e il giapponese Honda.

Diretta Rai Due alle 21, qui una bella analisi della squadra allenata da Gregucci,

lunedì 25 gennaio 2016

Noccio Gp


Cannonieri all time, domenica Nocciolini (7 nelle ultime 5, media pipitesca) ha agganciato Melandri a quota 18 (2011-'12), ora nel mirino c'è il bomber più prolifico della storia del Forlì nella singola stagione, il romeno Dracula Petrascu, 25 lo stesso anno di cui sopra, attualmente in forza - ma sta combinando pochino - al povero Ravenna.

domenica 24 gennaio 2016

Eccezionali veramente



Primo tempo grigio, ripresa tutto sommato serena: il 18° bellissimo gol dello straripante Nocciolini (Pera a +1) regala al Forlì la 14esima vittoria in campionato e avvicina il secondo posto dell'Altovicentino ad una sola lunghezza. I veneti sono battuti a domicilio dal Parma che allunga così a +10 sulla seconda e mette un bel sigillone sul primo posto: a meno di improbabili tracolli primaverili Apolloni (chi lo criticava alzi la mano, ora) porterà brillantemente a termine il compito assegnatogli l'estate scorsa da Mr Barilla.