lunedì 2 marzo 2015

C'è Kalle per te - Ricordi l'ultima serie nera?



Eruditissimo K,

otto partite senza vittorie non capitavano al Forlì dalla stagione 2005-'06. L'ultima volta fu nel periodo compreso tra il 26 febbraio 2006 e il 7 maggio dello stesso anno, 10 gare totali (cinque pareggi e cinque sconfitte). Ma era una stagione maledetta e quel finale ormai irrimediabilmente compromesso non contava più niente. Tu mollasti per le arcinote vicende extrasportive con gli scoppiatissimi fratelli Oliveti, i giocatori andavano e venivano dal Morgagni, per dire ricordavi Carmine Esposito?

La parentesi precedente senza vittorie fu più significativa. All'inizio dello stesso anno, reduce dai playoff della primavera 2005, il Forlì impattò la stagione di C2 con 12 partite senza successi, la prima in viale Roma col Foligno (1-2), la dodicesima in casa del Cappiano (0-0). Poi venne il 27 novembre e il Sassuolo - sì, quelli che adesso hanno Zaza e Berardi -, di scena al Morgagni. La serie nera del Forlì fu interrotta quel giorno con un indimenticabile 1-0 deciso da un tuo spettacolarissimo gol in rovesciata. La rete senza dubbio più bella della tua carriera, contro un avversario fortissimo (arrivarono secondi e salirono in C1) nel cuore di un'area di rigore intasata, credo a seguito di un calcio piazzato altrimenti cosa ci facevi lì?

Domanda, ora. Considerato che il momento non è felicissimo, perché non ci delizi con l'11 più forte composto dai giocatori con cui hai vestito biancorosso? Lo so che è una richiesta scivolosa perché dentro non ci stanno tutti e vuoi bene a tanti, ma il mestiere di commentatore che hai intrapreso qui sul blog comprende anche qualche sgradevolezza. Semmai non riuscissi proprio a starci dentro ti concedo la possibilità di farne 22, due squadre da schierare una contro l'altra (e poi ci dici anche chi vince e perché, però). Una sola richiesta: metti da qualche parte Willy Baiana che non so perché ho amato molto in quegli anni.

Ringraziandoti per la meneghina compostezza con cui accogli le esibizioni nerazzurre, ti saluto col solito affetto.


Ciao a tutti,

Direi, senza pensarci troppo anche perchè non li ricorderei tutti...

                      Finucci                                               Roccati

Babini-Calcaterra-Fiale-Tresoldi              Ballanti-Donelli-Adani

        Lantignotti-Angelini                 Cavaliere-Galassi-Cazzarò-Poletti

    Neri     Pizzi       Salvetti             Fabiani    Giaccherini(WillyBaiana)
              
                Agostini                                    Pino Lorenzo


Non male.Allenatore?
Che ne dite?Aiutatemi a ricordarne altri!senza dubbio ho dimenticato qualcuno.

Kalle

God bless Ricky


Oggi compie 24 anni il mio concittadino Riccardo Casadei, da me allenato - e si vede - in età giovanilissima a Forlimpopoli. Senza di lui non saremmo qui.

(pensavo fosse un trequartista)

sabato 28 febbraio 2015

Niente paura



Lo zero a zero sta bene al Forlì, che muove la classifica in un momento davvero complicato visto l'andazzo e gli infortuni. La prossima sarà una sfida salvezza fondamentale, sabato alle 17 al 'Morgagni' contro il Tuttocuoio. Tifosi del Forlì, è ora di esserci e diventare un fattore.

Per ora bisogna accontentarsi del brodino marchigiano: ho visto solo il primo tempo, equilibrato e sostanzioso. E' mancata la brillantezza di qualche 'vecchio' (Catacchini non mi sembra nel suo periodo migliore, Hamlili in regia è fuori ruolo) mentre i ragazzi hanno dato tutto, in particolare a me è piaciuto Casini che nonostante la qualità appena sufficiente dimostra sempre voglia di incidere, corsa e personalità. Non avendo potuto seguire il secondo tempo faccio fatica ad andare oltre.

Forte è Forte, il Forlì chissà



Il delicatissimo pomeriggio biancorosso si apre con la doppietta di Forte, che in 35 minuti spacca Lucchese-L'Aquila (anche Djuric titolare) e arriva a quota 7 come Melandri in classifica marcatori.

Fra meno di quaranta minuti tocca al Forlì e ai suoi attaccanti. Ancora non so la formazione ma gli assenti (Reato, Jidayi, Pettarin, Leo e Tom, Capellini, Fantoni e mezzo Cejas) sono tantissimi: possibile Pastore mezz'ala.

3' Melandri anticipa Lori con un pallonetto col mancino, alto alto alto

9' si sveglia Tulli a sinistra, tunnel a Catacchini e cross nella terra di nessuno


martedì 24 febbraio 2015

Pausa


Per una sera, questa, il Forlì, Vanigli e Pastore non saranno al centro dei miei pensieri. Domani sul Carlino intervista a Kalle che consiglio a tutti di leggere, poi ne parliamo.

Addio.

lunedì 23 febbraio 2015

Richard sei tutti noi



Avanti con Vanigli. Giusto. Non è Richard il problema, anche se ci aspettavamo tutti qualcosa in più e questo è naturale e lo sa anche lui. Il Forlì non cambia allenatore (in queste ore si è vociferato del solito abboccamento al solito Gadda, credo siano solo voci) consapevole che i problemi non stanno in panchina, come non erano lì il 4 novembre 2013 e neppure il 27 dicembre 2014. Tra infortuni e mercato di gennaio la rosa è stata oggettivamente indebolita: scambiate Guidi, Forte e Djuric con i futuribili Pastore, Rosafio e Gliozzi oltre a Morga? Io no. I difensori centrali poi cambiano di continuo e sono tutti mezzi rotti, domenica a Pistoia la linea mediana è stata per 70 minuti composta da Hamlili, Casini e Fantoni: difficile chiedere più di un arrembaggio scomposto e assillante. Questi siamo, lottare dobbiamo.

domenica 22 febbraio 2015

Pistoiese-Forlì, vietato sbagliare



Drudi non recupera, in campo dal primo minuto (credo con infiltrazione) il Cammellu che è anche capitano. Il resto della squadra è confermato: gioca Castellani, in panchina Pettarin, Morga e Gliozzi. Formazioni speculari: 4-3-1-2, nella Pistoiese assente dell'ultima ora il centrocampista Mungo.

Fuori Tom dopo 13 minuti, dentro Turi. Andrà Fantoni mezz'ala.

20' Scotti ipnotizza Matteo Ricci, che solo soletto a due passi dalla porta calcia di piatto proprio dove allunga il piedone l'ex portiere del Rimini.

22' Docente! Palla geniale di Castellani che libera l'Emilio davanti al portiere arancione, colpo secco che supera Ricci e porta in vantaggio il Forlì: 0-1.

giovedì 19 febbraio 2015

Si balla?



Out Melandri, mister Vanigli sembra intenzionato a schierare dal primo minuto Stefano Castellani. Concordo. Il ragazzo (2 gol entrambi inutili in 12 presenze da titolare, ultimamente panchinaro) secondo me ha grosse potenzialità inespresse, ma non chiedetemi perché. Dicono abbia un carattere introverso, sono tutti convinti che basterebbe una scintilla per accendere il suo campionato fin qui deludente.

In panchina Gliozzi ma il ragazzo ha impressionato lo staff. Giocherà nel secondo tempo. E speriamo che spacchi il palco.

10 cose che non sopporto



1- I professionisti che si lamentano per le pagelle
2- I professionisti che si lamentano per le pagelle
3- I professionisti che si lamentano per le pagelle
4- I professionisti che si lamentano per le pagelle
5- I professionisti che si lamentano per le pagelle
6- I professionisti che si lamentano per le pagelle
7- I professionisti che si lamentano per le pagelle
8- I professionisti che si lamentano per le pagelle
9- I professionisti che si lamentano per le pagelle
10- I professionisti che mi dicono cosa dovrei fare se voglio bene al Forlì.

Con affetto e stima, però basta.