domenica 14 febbraio 2016

Al prossimo giro (forse)



Forlì sconfitto a Correggio (0 punti in due partite con loro), Parma bloccato da Bernacci, Altovicentino a valanga sul Lentigione. Secondo me il campionato finirà con la classifica di oggi: Parma in Lega Pro, Altovicentino secondo, Forlì terzo. Non è un'opinione basata sulla frustrazione odierna ma su mere questioni economiche: la società barrilesca ha cash disponibile da comprarsi non solo i migliori giocatori della Lega Pro, ma anche le riserve, gli allenatori e i pullman degli avversari. Non è una competizione e non lo è mai stata, nonostante i nostri subdoli e interessati tentativi di tenere in vita il campionato almeno fino a domenica prossima. Forlì-Parma sarà una bella partita ma non una partita importante. Ce ne faremo una ragione.



Pazienza anche che l'Altovicentino abbia avuto, quest'anno, un budget non so esattamente di quanto ma certamente di molto superiore a quello del Forlì. E anche il Tolle, e non solo loro. Ci sta, venivamo da una gestione che resterà nella storia biancorossa per le scelleratezze compiute, e poi i processi e bla bla bla. Il Forlì aveva bisogno, ci hanno detto, di assestarsi. Ora diciamo che si è assestato? Sperem.

Quello che i tifosi biancorossi vorrebbero evitare - qualcuno oggi è andato a Correggio, mettetegli una stellina sul petto almeno - è un'altra stagione di 'crediamoci', 'non molliamo', 'ci siamo anche noi' eccetera eccetera senza alcun fondamento economico. Perché Gadda e il suo staff, Cangini oltre ovviamente ai ragazzi, possono essere tutti bravi quanto vogliamo. Possono essere dei fuoriclasse e tenerla in piedi con le migliori fino a primavera. Poi però, come direbbe Sarri e come dicevano Conte e Garelli prima di lui, ci vuole la grana. Perché altrimenti quando si fanno male due giocatori (e due giocatori si fanno male SEMPRE, tutti gli anni), smetti all'improvviso di essere competitivo e perdi a Correggio, puttana maiala direbbe Allegri. E tutte le parole, i selfie negli spogliatoi e i #sognarenoncostanulla vengono al pettine.

64 commenti:

  1. primo quarto d'ora impressionante da parte nostra con meritato goal di un redivivo peluso ... poi abbiamo cercato di amministrare ma col centrocampo odierno (cola e bergamaschi) è stato un suicidio anche perché dovevamo aver imparato dopo la partita di andata che le loro ripartenze sono micidiali ... comunque prima dell'intervallo ci siamo divorati come al solito due goal clamorosi ... la seconda parte è proseguita con le solite ripartenze loro che hanno prodotto il goal del vantaggio poi finalmente ma in ritardo il mister li ha sostituiti con enchisi e spinosa e gli ultimi 25 minuti li abbiamo schiacciati nella loro area non riuscendo a timbrare anche per via di un nocciolini completamente fuori gara ... non ne ha azzeccata una anzi peggio.

    ora torniamo terzi ripensando alle speranze prima della gara con l'altovicentino di poter arrivare alla gara col parma a -5 e l'occasione non è stata concretizzata visti i loro due pareggi consecutivi ... peccato ... speriamo di essere almeno l"unica squadra che li batterà ... ma un centrocampo come oggi non si deve più vedere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. caro master il tuo discorso mi dispiace ma non mi\ci piace affato ... ha il sapore della resa ... e non dire ch se oggi si vinceva avresti scritto le stesse cose ... che ci fossero pochi soldi lo sapevamo già l'anno passato e il mercato inesistente di gennaio lo ha sottolineato ... questa è una signora squadra che si diverte e ci fa divertire ... una traversa e una scellarata impostazione della squadra nella partita di oggi ci hanno negato di incontrare il parma domenica prossima a -5 ... io insieme ad altri seguiamo i nostri colori sia in casa che in trasferta e non vogliamo stelline sul petto perche la passione e la fede non hanno bisogno di riconoscimenti ... è fondamentale arrivare secondi e al contrario sono convinto che ce la faremo perché è la squadra che le vuole è la società che lo vuole e siamo noi pochi fedelissimi che ci crediamo ... anche perché ...
      NOI SIAMO GENTE CHE NON MOLLA MAI

      Elimina
    2. "Se oggi si vinceva" avrei scritto altre cose, ma oggi si è perso Marco.

      Elimina
  2. Credo invece che la metà di febbraio sia il momento giusto per incominciare a dirsele queste cose. Senza che qualcuno si offenda. Il commento di Riccardo tocca alcuni punti che vanno affrontati, magari non aspettando la metà di giugno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. questo non c'entra un cazzo sul discorso del master e sul momento della squadra! ... queste sono questioni che riguardano la società e i tifosi al momento opportuno.

      Elimina
  3. Come si dice in questi casi? Ah sì:
    Andrà meglio il prossimo anno.
    Dio bo a Forlì quante volte è stata detta questa frase?!?!

    RispondiElimina
  4. Concordo con Riccardo in toto.
    Quest'anno passi perché già si conosceva il vincitore in partenza, ma dal prossimo anno non è più accettabile che una città come Forlì parta con un budget inferiore ad Altovicentino, Tolle e altri paesi di simili dimensioni. È una questione di rispetto per la città, per i nostri colori e per chi li dovrebbe rappresentare come si deve.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. prendila te la società sbruffone!

      Elimina
    2. per la serie D non c'è bisogno di un gran badget ma di programmazione e di gente che sappia di calcio e noi quest'anno ne siamo l'esempio ... cosa avrà mai fatto il tolle sino ad ora con la sua montagna di soldi?!?? ... e l'altovicentino?? non ne avevo mai sentito parlare ... so solo che a vederlo ci vanno in 50 ... quanti discorsi inutili.

      Elimina
    3. Pienamente d'accordo con te ci vuole programmazione e gente che conosce i valori a queste categorie ecco perché importante blindare Gadda e Cangini

      Elimina
  5. Marco, non è questione di "prendila te sbruffone". Si tratta molto semplicemente di incominciare a capire qualcosa per il "dopo".
    Molto semplicemente. Qualcosa per Forlì.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io sto concentrato sul campionato ... per il resto ci pensa la società e al momento opportuno si tireranno le somme.
      siete un po troppo umorali ... siete un po troppo ansiosi per il futuro ... c'è il tempo per ogni cosa ... sei un tifoso?? ... allora pensa a fare il tifoso.

      Elimina
    2. Se avessi le disponibilità economiche adeguate, il Forlì potrei anche rilevarlo: peccato che non sia così, ed infatti mi rivolgo alla classe dirigente cittadina (imprenditori).

      Ripeto: dal prossimo anno non sarà più accettabile avere un budget inferiore a società di paese.

      Elimina
  6. Noi dobbiamo fare più punti possibile poi si vedrà arriviamo 2°? Bravi noi arriviamo 3° 4° 5°?bravi i nostri avversari ......

    RispondiElimina
  7. Questi discorsi lasciano il tempo che trovano. Facile fare i conti in tasca agli altri ma la verità è che anche se ti chiami Forlì hai 120.000 abitanti hai tangenziale aeroporto ipermercati ecc ecc sul territorio locale di gente disposta a mettere le cifre che pensate voi non ne vedo. Mi tengo stretto chi li mette ora coi loro pregi e difetti sperando sempre in un futuro migliore perché so in partenza che al momento nel calcio non siamo mai stati nessuno e lo dico con dispiacere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. bravo matteo ... qui c'è gente che la passione pensa che sia un qualcosa da poter mostrare solo se ne vale la pena ... ahahah ... che tristezza.

      Elimina
    2. Se qualcuno pensa che i risultati mi demoralizzino si sbaglia e di brutto.
      So essere passionale come pochi, anche nel calcio,ma anche realista ,soprattutto nel calcio.
      Il FORLI' CALCIO fu una scelta adolescenziale che mi ha marcato e mi assorbe tuttora aldilà dei risultati. serie D? pochi soldi? non importa.
      Maggiori sono le difficoltà maggiormente mi esalto e cerco motivazioni.
      Come ho già avuto modo di dire , lo ribadisco, in più di 45 anni fra tribuna(sigh!) e gradinata i risultati sono stati scarni , molto scarni, ma non sarei voluto essere in nessun altro posto

      Elimina
    3. Capisco l'incazzatura e i punti di vista....ma siamo vivi e domenica giochiamo una partita fondamentale che ci deve vedere tutti uniti a spingere il Forlì alla vittoria.
      Viviamoci questa vigilia senza tanti se o ma ..c'è un secondo posto da conquistare.
      Viviamo il momento più delicato della stagione...la squadra lo sa, il mister ha tutta la settimana per caricare l'ambiente....cerchiamo di far sentire tutto il calore possibile!..giochiamo in CASA.

      Elimina
    4. SI!!!Giochiamo in casa e siamo forti.

      Elimina
  8. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  9. Anche io non sono certo pentito di essere un tifoso del Forlì da più di 40 anni (ne ho 48)ma,a volte, penso :"Cazzo se fossi nato in un 'altra città avrei visto almeno qualche campionato di maggior livello".Poi torno in me e mi dico che non scambierei le nostre belle maglie biancorosse con nessun'altra squadra al mondo.....!!!

    RispondiElimina
  10. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  11. Io cosa dovrei dire...mi sono innamorato dopo aver visto una partita...non sarò mica da Psichiatria??!!..però ci ho lavorato aaahhhhh
    FORZA GALLETTO SEMPRE!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. in effetti dopo che ti ho visto per la prima volta mi son detto ... questo forse è meglio farselo amico ahahahah ... a parte gli scherzi ... sei solo da ammirare.

      Elimina
    2. Grazie Marco....la mia passione è sana e radicata da "soli 12 anni" quel famoso Forlì Ancona 2-1.
      Su Youtube c'è un bel filmato con i gol di quella partita cercando Magico Forlì Ancona...consiglio a chi ha le pile scariche dopo la sconfitta di oggi di guardarselo, è una bella botta di adrenalina!

      Elimina
  12. Credo che Riccardo non stesse facendo le classifiche di chi è tifoso e chi invece no. Comunque ognuno è libero di leggere quello che vuole nel suo commento. Io dimentico sempre (a causa della mia età avanzata) che Marco è l'unico con le stimmate da tifoso 😀

    RispondiElimina
    Risposte
    1. adoro il nostro master e proprio per questo quando non mi trova d'accordo glielo scrivo e senza nessun timore reverenziale ... non è mi è mai passato per la mente che facesse classifiche di chi è tifoso o no ... quelle si compongono da sole ... si auto definiscono ... e le componenti per determinarle sono sotto gli occhi di tutti e non c'è bisogno di ricordarle ... ha solo palesato un amarezza tangibile data da un aspetto umorale della pessima giornata della nostra amata squadra ... anche se ha premesso che non è così ( non è semplice scindere la professionalità dalla passione ... io non ce la farei) ... per quel che mi riguarda non sento di avere le stimmate del tifoso ... sono solo me stesso ... con le mie emozioni passioni amori o fedi che siano ... non ho mai usato l'elastico.

      Elimina
  13. Erano due faccine che ridono...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. la terza era la tua ... non fare il furbo. ;-))

      Elimina
  14. Da quando si è fatto male Turchetta la squadra ne ha risentito fin troppo. Il gioco ha iniziato a scadere di più e il Forlì si è più normalizzato. Inoltre forse si nota una certa stanchezza fisica e morale ma è più che comprensibile dopo un campionato dove non basta vincerne 5 consecutive per rosicchiare punti...là davanti sono forti e paraculati

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hai detto più che bene andrea ... turchetta oltre ad essere un elemento da categoria superiore era quello che creava superiorità numerica coi suoi dribbling sempre vincenti dava ampiezza al gioco sempre posizionato sulla linea sinistra del campo ... ha patito della sua assenza anche e soprattutto il nostro bomber che da destra tagliava sempre verso il centro per l'appuntamento con i cross al bacio del "marziano" ... ed era sempre pronto a coprire sino a retrocedere sino alla nostra area ... ma tra poco fortunatamente tornerà a fare la differenza ... ma non dimentichiamoci forse dell'unico giocatore in questo momento insostituibile ... il nostro metronomo stefano capellupo ... catalizzatore di palloni e regista dalle qualità certosine ... anche lui rientrerà a momenti ... insomma tanta ma tanta roba.

      Elimina
  15. Salve a tutti! Seguo il blog quasi giornalmente e volevo fare i complimenti al mister e ai ragazzi che stanno facendo un buonissimo campionato.
    Spero che il presidente Fabbri rinsavisca e dia solo il settore ospiti ai parmensi, la gradinata rimane sempre e comunque casa nostra.
    Altri presidenti hanno fatto gli stessi errori: Forlì-Milan a Cesena con almeno 15.000 forlivesi occasionali.

    Per qualche dollaro in più...

    PS Non vi è differenza tra chi vende, compra o chi fa retrocedere la propria squadra.

    Saluti a tutti e forza Forlì

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hai completamente il mio appoggio ... far sentire i tifosi del parma come a casa loro personalmente non mi piace affatto ... al di là ( e non aldilà come scrivono una marea di persone compresi i giornalisti ... l'aldilà è un altra storia) dell'aspetto economico è un atto di inferiorità verso di loro e un mancato rispetto alla nostra città come se non fossimo in grado di riempire lo stadio e anche hai tutti quelli del tifo organizzato che si fanno il mazzo per la loro squadra in casa e in trasferta e che ritengono giustamente la gradinata la loro casa (personalmente ho l'allergia alla tribuna) ... se dovesse accadere questo è la prima volta che mi trovo in totale disaccordo con la società.

      Elimina
  16. Il problema non sussiste, verranno massimo in 500 e staranno larghi nel loro settore....resta il pessimo messaggio nelle intenzioni della Società e non le fa onore,ma la ricerca disperata di cash di questi tempi può portare a tutto, purtroppo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. il problema sussiste, ne vengono più di mille

      Elimina
    2. Altro che 1000 saremo almeno 2000!!!

      Elimina
  17. Da parte mia la tocco piano:
    Se mi sloggiano dal mio posticino in gradinata per farci stare 2 parmigiani reggiani in più prometto che per un pezzo manterro' intatta la voce ed equilibrio psicofisico....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hehehe ... mauro non ce la puoi fare ;-))

      Elimina
    2. Caro Mauro come ti permetti di chiamarci parmigiani reggiani?! E se io ti chiamassi forlivese-ravennate?!

      Elimina
    3. Permalosetti anziché no...;)

      Elimina
  18. Vediamo di mettere un po' d'ordine.

    Primo: questo è un blog deputato alle discussioni sul calcio Forlì. Non è un luogo adatto per gli incitamenti, gli slogan o per sventolare sciarpe e bandiere: quello è lo stadio durante le partite.
    In questo spazio si dovrebbe invece, a mio parere, lanciare idee, fornire spunti, riflessioni e dibattere in maniera CIVILE e rispettosa dei punti di vista altrui sul presente e sul FUTURO della nostra squadra. Noto che in parecchi scrivono qui come se fossero allo stadio prima di una gara; ma lo scopo di blog e forum in rete dovrebbe essere, dal mio punto di vista, differente.


    Secondo: l'Emilia-Romagna risulta, anche in questi tempi di crisi, la seconda regione più ricca d'Italia dopo la Lombardia, con un PIL procapite pari al 120% della media europea. Il comune di Forlì ha un reddito pro-capite più alto di quello di Cesena e di Rimini (vedere statistiche in rete, ci sono vari siti al riguardo).

    http://www.regione.emilia-romagna.it/sederoma/notizie/anno-2015/varie/eurostat-nessuna-regione-italiana-tra-le-20-piu-ricche-deuropa

    Detto in poche parole: non siamo nati nel Burkina Faso, ma in una città benestante come poche nel nostro paese.
    Se chi detiene le redini della prima squadra calcistica cittadina non sarà in grado di fornire investimenti economici adeguati alla sua risalita, dovrebbe a mio parere cercare nuovi soci, oppure viceversa farsi da parte e cercare nuovi acquirenti. Punto e a capo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non mi è mai piaciuto l'ordine o il perfezionismo ... ho imparato dalla psicoanalisi che è una forma o un disturbo ossessivo-compulsivo della personalità.
      da quel che leggo la regione emilia-romagna come ricchezza è la quarta d'italia e la ricchezza è comunque un valore (sempre che lo sia) oltre che determinato da chi è più povero e che se è tra le mani di chi non sa cosa sia il buon senso è come non avere nulla anzi peggio.
      se sei in cerca di spunti o di idee te ne posso suggerire una ... se non ti garba l'operato della società del forlì calcio puoi fargli una petizione che lascino il tutto a qualcuno più ricco di loro (magari se conosci qualcuno non sarebbe male) oppure scrivere una letterina di commiato da parte tua al presidente.
      ricordandoti che noi ...
      SIAMO GENTE CHE NON MOLLA MAI. ;-)

      Elimina
    2. Precisazione: nel link da me citato l'Emilia-Romagna risulta la quarta regione più ricca d'Italia dopo Lombardia, Valle d'Aosta e Trentino, ma non ho considerato queste ultime due essendo ragioni a statuto speciale, con tutti i vantaggi (aiuti statali e fiscali) che ne derivano. Dunque l'Emilia-Romagna è di fatto la seconda regione più ricca d'Italia.

      Riguardo alla petizione che dovrei fare per il Forlì, non sta a me cercare acquirenti facoltosi: come giustamente tu hai ricordato altre volte, ognuno faccia il suo mestiere; a me il compito del tifoso che può dare suggerimenti o critiche, al presidente il compito del presidente, ovvero cercare nuove risorse economiche oppure nuovi compratori.

      Elimina
  19. Buonasera. Sono un tifoso del Parma. Prima di tutto complimenti per il blog che ogni tanto vengo a leggere con l'interesse che si deve a una squadra che reputo la migliore (dopo di noi)del torneo a partire dalla partita di andata vista qui al Tardini. Vorrei dire ad Andrea Cervia che secondo me sta facendo male i conti, o li stanno sbagliando le due società, visto che ci hanno dato 2000 biglietti.MA A PARTE QUESTO volevo chiedervi solitamente dove vengono messi i tifosi ospiti, visto che ho letto gradinata e tribuna e non capisco se sono vicine o opposte.Vorrei stare nel settore ospiti e non scalzare nessuno dal suo posto abituale. ciao, riccardo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gli Ospiti hanno un settore della gradinata opposta alla tribuna...non ci sono curve.
      I 2/3 della gradinata è riservata ai tifosi del Forlì compreso il tifo organizzato che vi risiede abitualmente.
      Siccome il vostro settore ha capienza 800 vi riservano tutta la gradinata.

      Elimina
    2. Ok grazie. Per fortuna Forlì non è Valdagno.

      Elimina
  20. Filippo vieni allo stadio a sventolare la sciarpa e sostenere i tuoi colori....poi verrà il tempo delle critiche dei consigli e di tutto quello che vogliamo.
    A mio parere adesso c'è una squadra che lotta e merita rispetto e fiducia....poi e dico POI va bene tutto.

    RispondiElimina
  21. Comunque anche a me girano altamente i coglioni e mi scoccia lasciare il mio posto in grada!!!
    Nell'ultima partita giocata in casa contro l'Altovicentino di mercoledì tra l'altro se mettevano i tifosi della gradinata in tribuna rimanevano pochi posti vuoti.
    Domenica la tribuna si riempirà e manderanno tanti forlivesi in grada!!!...questo è quello che potrebbe succedere!

    RispondiElimina
  22. Grazie al tifoso del Parma Riccardo Poli per i complimenti al nostro blog e alla nostra squadra,questo ti fa onore anche se domenica faremo di tutto per battervi affidandoci alla famosa "leggge dei grandi numeri"prima o poi una la perderete.Per noi tifosi quarantenni sarà un tuffo nel passato degli anni'80 quando un Forlì molto competitivo giocava in C1 contro Parma,Piacenza, Reggiana, Spal,Modena, Rimini ecc. e lottava per la serie B.Che bei tempi....!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Claudio mi dispiace ma domenica non perdiamo di sicuro anzi vinceremo 2-0. Vi è già andata bene all'andata

      Elimina
    2. C'è andata bene si ....poi giocando con l'uomo in meno x un tempo. ....

      Elimina
  23. Crociato la tua spocchia fa davvero pena....devi ringraziare tu che all'andata abbiamo giocato in 10 per 45 minuti e in 10 abbiamo avuto più occasioni nette di voi....nn so che partita guardavi forse guardavi ancora le coppe che avevano sfilato

    RispondiElimina
  24. Ipotesi mia e se scambiassero i due settori della gradinata per far stare gli ipotetici 2000 di Parma ci starebbero?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ad oggi direi che potremmo essere 1200-1300, dubito 2000

      Elimina
    2. Intanto ho prenotato all' Osteria del Mercato. Spero di aver fatto la scelta giusta, dopodiché dove mi mettono allo stadio sto. Basta vedere la crociata

      Elimina
  25. 619gar hai la memoria corta, e il rigore non dato a Longobardi dopo 15 minuti? se lo davano perdevi 3-0! Vedrai domenica

    RispondiElimina

Dì la tua