martedì 9 febbraio 2016

Come sta il Forlì



Non benissimo. Anzi, peggio di così era difficile immaginare l'approccio ai 10 giorni più importanti della stagione. Di Turchetta sappiamo (poco): al momento credo che Fatal corra sul tapis roulant e oggi Gadda ha ammesso che 'prima di 20 giorni minimo è impensabile riaverlo'. Capellupo ha uno stiramento di due millimetri ed è sicuramente out per Altovicentino e Correggese. Il mister spera in un recupero lampo per il Parma ma sarà dura, durissima. La brutta notizia del giorno riguarda Cola, che Gadda aveva deciso di schierare nel ruolo di Capellupo per coprire la difesa e mantenere 'intelligente' la squadra: l'ex Santarcangelo è uscito dai giochi avendo trascorso la notte tra lunedì e martedì in bagno causa vorticoso attacco gastrico. La sua presenza è a fortissimo rischio, vederlo in campo domani sarebbe davvero una sorpresa.



Ora le opzioni sono Spinosa con due under a centrocampo e tre vecchi davanti (nel caso Peluso), oppure Spinosa-Berga + un under a centrocampo con Bussaglia insieme a Personè e Nocciolini. Ci vorrà anche un po' di fortuna domani oltre a molta, moltissima convinzione. Il Parma ospita la Clodiense ma in un modo o nell'altro bisognerebbe riuscire a non perdere terreno. Sì, lo so e lo sa anche Gadda che in conf stampa ha ammesso: 'Realisticamente raggiungerli è quasi impossibile'. Questa squadra è ad un bivio: può fare una bellissima stagione oppure - contro i processi-farsa, contro il Parma, contro la sfiga - entrare di forza nella quasi centenaria storia del Forlì. Domani si comincia a svoltare.

9 commenti:

  1. a guardare il percorso di questa squadra sino a questo punto ha ciccato meno negli scontri diretti che con quelle di medio-bassa classifica ... quindi in teoria ci sarebbe ad essere ottimisti ... certo che senza quei due con l'aggiunta di cola e passando dalla teoria alla pratica si fa un pò più fatica ad esserlo ... speriamo come hai detto tu master che ci sia da parte della squadra convinzione e che il fondo schiena ci assista ... in più ci sarebbe bisogno del cosi detto 12° uomo in campo con lo stadio pieno ... ma già si gioca di mercoledì e questa città di fighette ha altro a cui pensare ...
    per quel che mi riguarda spero di finire la voce.

    RispondiElimina
  2. Io voglio essere ottimista, per le cose dette nel post precedente, quindi tranquilli ! FORZA GALLETTO, non vorrai farti spennare proprio adesso !

    RispondiElimina
  3. Peccato....sono convinto che questa squadra al completo avrebbe veramente fatto sudare la promozione al Parma. Ora con queste assenze pesanti ho molto più timore anche se nutro grandi speranze nei ragazzi che prenderanno il loro posto quindi dato che la palla è tonda...staremo a vedere! FORZA RAGAZZI

    RispondiElimina
  4. Io voglio guardare ai lati positivi....in queste ultime tre partite abbiamo avuto il reparto difensivo come mai quest'anno, subendo un solo gol domenica scorsa col nostro Mister a rammaricarsene nel dopo partita.
    La sensazione che qualcosa in positivo in quel reparto sia cambiato c'è e non è poco.
    Davanti Nocciolini è in palla, Persone' pure, Peluso potrebbe beneficiare del gol segnato domenica,è uscito tra gli applausi e non è poco!
    La squadra ultimamente è in palla, non ha cali nel secondo tempo anzi ultimamente da il meglio nella ripresa.
    Io ci credo...domani la squadra deve dare tutto!!!
    Domani vincere è fondamentale.
    DAI GALLETTO!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma anche non perdere andrea.

      Elimina
    2. Mi piace bere...non guardo al bicchiere mezzo pieno;)

      Elimina
  5. si alza il vento infuria la bufera ... vincere oggi potrebbe non essere una chimera. :-)))

    RispondiElimina
  6. Ora la smetteremo di guardare il Parma,comunque non si possono regalare e sostituire adeguatamente due giocatori come Cappelupo e Turchetta.

    RispondiElimina
  7. 2 punti persi ? o 1 punto guadagnato ?

    in ogni caso grandi ragazzi !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    Cappelupo e Turchetta non si possono regalare all'altovicentino.

    RispondiElimina

Dì la tua