venerdì 8 gennaio 2016

Il Cesena collassa?


Chiusa l'indagine coordinata dal procuratore di Forlì-Cesena Sergio Sottani, tra gli indagati c'è ovviamente l'ex dg Mancini - ve lo auguro - ma anche l'ex pres Campedelli e quello attuale Lugaresi (atto dovuto, pare). Un macello di carte, plusvalenze compreso Nagatomo e affari sottobanco che avrebbe reso ricche parecchie persone tra cui quelli sopra truffando l'erario ma anche svuotando le casse della società biancorossa.

Cosa succederà al Cesena calcio, in tutto questo, non lo so. Ma la questione non butta (eufemismo) benissimo.

54 commenti:

  1. Il Cesena calcio è praticamente una istituzione della intera regione Romagna: non fallirà mai, nè avrà alcun danno da questa faccenda, al massimo ci saranno sanzioni per i singoli indagati.

    Vedo un futuro in cui l'egemonia del Cesena in Romagna sarà sempre più netta e accentuata: le identità cittadine vanno purtroppo estinguendosi nel calcio romagnolo, troppe differenze di categorie, impianti e risultati tra il Cesena e le altre società.

    E parlando della storia recente, l'unica squadra che è riuscita per alcuni anni a contrastare e superare per poco tempo i cesenati è stata il Rimini: ma grazie ai soldi di Bellavista, che era un longianese e quindi un cesenate a tutti gli effetti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io spero fallisca..l ho scritto prima e lo ribadisco. Ce ne hanno fatte troppe per non sperare..mi dispiace:) poi..che sia un istituzione non so, ma se hanno sbagliato devono pagare.

      Elimina
    2. Filippo...un riminese che ti legge direbbe che stai bestemmiando, Bellavista era cesenate SOLO nella carta d'identità.

      Elimina
    3. Da wikipedia: "Vincenzo Bellavista (Savignano sul Rubicone, 12 settembre 1943 – Longiano, 21 maggio 2007)."

      Sia Savignano che Longiano non mi risulta siano collocate nel comprensorio riminese, ma in quello cesenate (provincia di Forlì-Cesena).

      Elimina
    4. Ma su quello non si discute, quella è la carta d'identità.
      Ma il personaggio ha scritto la storia del Rimini.
      Ho un conoscente che ha lavorato alla Cocif...mi disse che pur lavorando a Longiano alla Cocif non si parlava del Cesena.

      Elimina
    5. Appunto, quello che volevo sottolineare è che è stato un cesenate (non un riminese) a scrivere la storia del Rimini.

      Elimina
  2. Detto da un tifoso di una squadra fallita e guidata da persone che hanno truffato miliardi a iosa a tutti gli italiani e' il massimo. Parmensi tacete e lasciate in pace la romagna bianconera. Da noi chi sbaglia paga ed i creditori, di norma, sono pagati. A Cesena Giorgio Lugaresi ha ripreso una società con 40 e passa miliardi di debiti e sta pagando i creditori e riducendo i debiti. Era molto più facile prendere il Cesena in D ma si sarebbe cancellata la storia gloriosa di una società , che, piaccia molto o poco, ha fatto la storia del calcio in Romagna e non solo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahh ma tu nn tifi forli!! Caghi il cazzo..fai il figo tifando le strisciate sbagliate (fra l altro) e poi vieni qui? Sta zitto dai:) le persone che abbiamo ora sono tutte persone qualificate! E ció che mi piace é che non fanno proclami come il vostro pres;) 50 mila euro di mancia! Ora ficcateli in culo tu e lugaresi.

      Elimina
    2. Il tuo linguaggio ti qualifica. Non aggiungo altro. Basta ed avanza. Punto.

      Elimina
    3. Io pensavo di discutere con i tifosi del forlí! Non con te..sbaglio a prendermela con i suddetti! Perche anche loro sono vittime di sorte di complotti! Ma voi...fate i ganzi, avete fatto del macello un anno fa, solo per prendervi i soldi di defrel. Lugaresi e mancini saranno i prossimi protagonisti de la serie "un giorno in pretura" !! Come dicono i boys, la ruota sta girando;) auguri!

      Elimina

    4. In questo caso sono d'accordo con il parmigiano: il Cesena calcio è stracolmo di debiti già da diversi anni, e non si capisce come possa permettersi una squadra da alta serie B, o da serie A come due anni orsono.

      Io vedrei benissimo un derby Forlì-Cesena in D il prossimo anno, prenoterei già un posto in curva ferrovia: ma credo purtroppo rimarrà solamente un desiderio effimero.

      Elimina
  3. Io sono in questo blog come appassionato del calcio, tifoso bianconero ma anche simpatizzante del forli. Voglio solo ricordarti quanto ho già scritto nel mio primo post. Chi ha sbagliato e' giusto che paghi ma ciò non riguarda l'attuale dirigenza. I danni li hanno fatti altri e Giorgio Lugaresi li sta risolvendo . Come a Parma vero?!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Li abbiamo risolti mi pare..ripartendo certo! Ma la fisionomia della nuova dirigenza nn permette piú fallimenti. Dato che ci sono 7 padroni, piú i tifosi come soci di minoranza. Il fatto che lugaresi non sia colpevole é tutto da dimostrare! Anzi..mi pare che la Gdf abbia accusato pure lui. Non proprio innocente ecco..e lo ripeto! La ruota sta girando!! No filippo, in qualche modo li salvano, temo andrá cosi.

      Elimina
    2. I cesenati per la loro squadra hanno sempre trovato il modo di pararsi il culo, e sarà così anche in questa occasione.

      Elimina
  4. Vi dico la mia: io sono x il campanilismo più spietato ma il fallimento non lo auguro a nessuno essendoci già passati. Per il resto credo che al Cesena non succederà niente. Nel caso dovesse proprio esserci un cataclisma loro avranno sempre dietro tanti tifosi e tanti sponsor. Questo perché negli anni hanno saputo integrarsi nella città e nel tessuto economico locale che li sostiene. Fanno parte della comunità e la gente li seguirà comunque. Questo è quello che NOI dovremmo imparare a fare nel caso un giorno si riesca ad arrivare nel vero calcio che conta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io auguro al Cesena il fallimento perchè ci sono già passate tutte le altre piazze romagnole, tranne loro: quindi per una sorta di par condicio :-)

      Elimina
    2. Ah ah ah Filippo ti capisco. Non credere anche io parlo con una certa invidia nei loro confronti ma bisogna essere razionali e lucidi quando si ragiona. Poi ovvio io tifo solo Forlì quindi diciamo che i loro problemi non mi toccano.

      Elimina
    3. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    4. Ahahah filippo questa é bella.

      Elimina
    5. Matteo scusa, ma perche te e non solo parlate di cesena come una societá che non potrá mai fallire? Cioe mi spiego..il chievo in confronto al cesena é il barcellona. Noi stessi siamo falliti con 102 anni di storia, non vedo cesena come un isola felice, dove le cose brutte non accadono. Insomma intorno a cesena ci sono tante realtâ come la vostra, dovrebbero essere anzi piu esposti loro no??

      Elimina
    6. Non penso abbiano davvero cosi tanti sponsor dietro..o societá pronti ad aiutarli..

      Elimina
    7. Ciao Parma! Allora mi spiego: in merito a questa vicenda io ho detto che l'attuale società del Cesena non credo che rischi chissà quale sanzione. E questo è il primo punto. POi invece credo che chiunque possa fallire e anche loro non ne sono esenti. Dico però che avrebbero sicuramente una buona base da cui ripartire. Tu stesso ne sei testimone col tuo Parma : dopo 102 anni di storia, cadete in disgrazia ma invece che marcire nei dilettanti saltano fuori i vari Barilla, sky, Nevio scala, Apolloni e varo sponsor che cercano di riportarvi subito in alto. Ecco tutto qui

      Elimina
    8. Bhe sisi effettivamente hai ragione..la storia, il contesto, ció che sei stato prima aiuta. Senza dubbi ma come qualcuno ha scritto qui, loro sono anni che hanno debiti..come possono sfangarla sempre??

      Elimina
  5. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  6. Dopo quello che ci è successo l'estate scorsa non credo più in nessuna giustizia....!Cmq una mega festa per un fallimento del Cesena penso che molti tifosi del Forlì ma anche del Ravenna e del Rimini la farebbero volentieri!

    RispondiElimina
  7. E stavolta sono con voi cazzo!!!

    RispondiElimina
  8. Sinceramente non mi interessa certamente loro secondo me hanno le spalle coperte quindi non credo possa succedere .....

    RispondiElimina
  9. Io sono sconcertato, da anni il Cesena ha un sacco di debiti, e nulla succede, il Sant'Arcangelo con tre quattro giocatori che vendono le partite e continua a stare il lega pro, l'aquila implicata fino al collo e anche lei continua imperterrita il Teramo ecc. Ma che cazzo di calcio è questo ? Solo a noi ci hanno inculcato! !! Basta, non se ne può più, se fallisce il Cesena, che ci ha sempre dato dei bidoni, GRANDE FESTA !!!

    RispondiElimina
  10. Mi spiace per gli anti cesena ma il calcio da noi continuerà comunque è sempre ai massimi livelli. Con questa chiudo la discussione, qui credo sia giusto che si dibattano i problemi, se ci sono, del Forli non quelli bianconeri. Buona serata a tutti, ritorno nel mio letargo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come vorrei vedervi in d..ma sempre ai massimi livelli eh. Buonaserata

      Elimina
    2. Certamente a Cesena il calcio continuerebbe comunque, così come continua in altre grandi piazze come Pisa, Livorno, Salerno, ecc.
      Però fare diversi anni tra serie D e Lega Pro sposta un bel po' l'appeal di pubblico e sponsor, perchè mi ricordo bene il Cesena di 20 anni fa o giù di lì con 4/5000 persone in serie B o in C1, non di più... altra roba rispetto ai 9000 abbonati attuali.

      Elimina
  11. Io dico che sarò fatto un po' male, è vero, ma mi agito anche se vedo una raccomandata verde nella buca della posta, mi agito anche se pago in ritardo una di tutte quelle tasse del minchia come la Tari, la Tasi, l'Imu e via dicendo. Mi vergogno anche un po' se non pago le spese di condominio alla scadenza. Questi due invece, per esempio, continuano imperterriti a fare danni in giro come se niente fosse, con tutta la Guardia di Finanza alle calcagna. Uno vive placidamente in Portogallo, a fare non si sa bene cosa, l'altro addirittura con quella faccia che si ritrova, che solo a guardarlo uno capisce che la scienza della fisiognomica un qualche fondamento ce lo doveva avere, ha deciso di ricominciare a fare il direttore di una squadra di calcio. Senza pudore. Senza vergogna. Senza lo schifo che io avrei di guardarmi la mattina allo specchio quando cerco di trovare una faccia giusta per presentarmi al mondo e mi chiedo se quelle nuove rughe dipendono da qualcosa che ho fatto o qualcosa che non ho fatto e avrei dovuto fare. Ma il mondo è proprio solo dei Mancini, dei Campedelli, dei Ghirardi oppure per noi è rimasto qualcosa? Si può pensare di vivere senza dover a tutti i costi rubare, cercare di essere sempre i più furbi di tutti, riuscire ad essere uomini senza dover sempre portare via qualcosa a qualcuno? Scusate ma vedere quel farabutto ancora in giro a San Marino qualche domanda io me l'ero fatta. Possibile, mi chiedo, che quelli che lavorano con lui tutte le volte che gli stringono la mano non se la vadano a lavare subito? Chi ha più faccia tosta vive meglio, altro che preoccuparsi per la raccomandata verde che ogni tanto arriva a noi "normali" nella buca delle lettere...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La penso esattamente come te Giovanni!!!!il mondo è fatto per le facce da c+-o ,andranno sempre avanti senza pagare mai il conto tanto ci sono i coglionazzi onesti che pagheranno al loro posto

      Elimina
  12. Filippo,riguardo all'intervista del presidente credo che tu abbia frainteso le sue parole ...!Secondo me il presidente riguardo a Rossi voleva dire che andava esonerato prima o addirittura non confermato a giugno dopo la promozione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quoto Claudio, l'interpretazione giusta è questa !!!

      Elimina
    2. Ognuno si tiene la sua interpretazione, io mi tengo la mia, che è anche quella di Riccardo: ovvero che una volta partiti con Rossi, si doveva continuare con lui per poi tirare le somme a fine stagione.

      Elimina
  13. Grande Giovanni,la penso come te!

    RispondiElimina
  14. Anch'io la penso come tè Giovanni, noi siamo stati educati così, noi conosciamo la vergogna, ma tutta quella cerchia di persone che ogni giorno ci spolpa in virtù di un connubio politica affari, se ne frega della vergogna, anzi....

    RispondiElimina
  15. Giovanni è bello e condivisibile il tuo post....quelli sono gli attori del marcio ma recentemente abbiamo saggiato il marcio delle federazioni, delle istituzioni del Calcio e non solo...ricorderai il Coni di Frattini quale atteggiamento ha tenuto!
    L'onestà paga solo nelle coscenze.

    RispondiElimina
  16. Standing ovation per Giovanni! Abbiamo già visto a nostro danno che i trafficanti e malversatori hanno la meglio e "risolvono" i problemi, niente di nuovo, anche se lo schifo ormai sta superando la passione...
    A chi invoca invece una sorta di giustizia divina per il Cesena che deve fallire per pareggiare i conti con le altre romagnole...be provo un po' di compassione personale, l'invidia e la malevolenza sono sentimenti che non fanno vivere bene...e io non sono certo un tifoso o simpatizzante del Cesena.
    Se falliranno ripartiranno e bona, non credo che loro si stracceranno le vesti come non ce le siamo stracciate noi, anzi se ce li troviamo in D (io spero di no) avremo il primo posto già prenotato come lo è quest'anno...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non avevo invocato nessuna giustizia divina, semplicemente mi auguro il fallimento del Cesena perchè, come ho già spiegato altre volte, è la società che ha soffocato il calcio delle altre piazze romagnole ed ha sottratto al Forlì due generazioni di tifosi. Nessuna invidia o malevolenza, solo mero spirito di sopravvivenza per il calcio a Forlì e nel resto della Romagna.

      Elimina
    2. Anch'io non invoco il fallimento per godere, dico solo che tutti dovrebbero essere puniti se colti in flagrante, solo questo. d'altronde come sembra dalle indagini, campedelli e lugaresi hanno girato i soldi del Cesena calcio nei loro conti, non io....

      Elimina
    3. Credo che tu abbia letto male, almeno per quanto riguarda Lugaresi. Lui i soldi li ha messi nel calcio, non certo presi.

      Elimina
    4. Dove li ha messi lo sa solo lui....in quel periodo non se la passava troppo bene a bajoc, la sua attività imprenditoriale faceva acqua per dirla con mezzitermini.
      Comunque Gufo non vi auguro disgrazie...se possibile il derby non vorrei giocarlo in D.

      Elimina
  17. mi accodo per gli elogi a giovanni ... complimenti.

    RispondiElimina
  18. Bene, grazie ragazzi. So chi posso chiamare alla prossima raccomandata dell'Agenzia delle Entrate...eh,eh,eh

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il discorso di Giovanni non fa una piega.Bravo.Ho appena letto delle notizie sui nostri ex.Scotti all'Aquila in serie D,Cejas al Casarano in Eccellenza,Auguri e sempre Forza Forli.

      Elimina
    2. Mi correggo L'Aquila è in Lega Pro.

      Elimina
  19. Ancora vi interessate di certi mercenari?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Effettivamente Renzo...non avrai nostalgia spero...aaaaahhhh
      Domani ti prendo in giro....notizie di Pettarin???
      Mamma mia...tremo solo a nominarlo.

      Elimina
  20. SCOTTI CI DISSE UNA SERA DOPO UNA MERDA DI PARTITA DI STARE TRANQUILLI CHE CI SAREMMO SALVATI.
    GUARDATE RAGAZZI SE NON CI SALVIAMO CON QUESTA SQUADRA VE LO DICO ORA SMETTO DI GIOCARE A CALCIO, FURONO LE SUE PAROLE TESTUALI. E HO PARECCHI TESTIMONI DI CIÒ.
    BEH CHE DIRE QUANDO UNO NON FA QUELLO CHE DICE È UNA M.....

    RispondiElimina
  21. Sì chiamano MERCENARI caro vicchi

    RispondiElimina
  22. Ma di quel fenomeno di Cejas che è finito in eccellenza vogliamo parlarne??!!INDEGNO!!

    RispondiElimina

Dì la tua