domenica 13 dicembre 2015

Non c'è provare, c'è fare o non fare



E' successo quello che abbiamo sperato tutti non succedesse. Il Forlì ha finito la benza - mentale, fisica, fate voi - a inizio dicembre, ha perso una marea di punti dal Parma (sono 11, erano 4 solo due settimane fa) e ora dovrà affrontare una situazione ancora più difficile rispetto a quella di fine agosto, convincendo un gruppo di ragazzi obiettivamente eccezionale che buttare a mare la stagione non ha senso, il secondo posto è importante (così dicono, io ho smesso di crederci), il primo il prossimo anno sarà un obiettivo vero e possibilissimo.

Primo imperativo: blindare il tecnico-Jedi. Subito. Se la Forza è con noi lo dobbiamo soprattutto a lui e a Cangini. Me se il diesse è immerso nel progetto biancorosso fino alla punta dell'ultimo capello, Gadda va convinto che una seconda D a Forlì, con margini di vittoria e pubblico crescente, varrà più di una Lega Pro su un'altra galassia.

15 commenti:

  1. Allora un calo fisico e mentale credo che purtroppo prima o poi doveva capitare, specialmente dopo il tour de force che abbiamo fatto ad inizio campionato. Ovvio nemmeno io pensavo di perdere oggi e di pareggiare a Ravenna ma così è andata. Ora da dove ripartire? Sicuramente da un secondo posto alla nostra portata e distante solo 2 punti. Per il resto credo nel gruppo in Gadda in Cangini e nella società quindi so che nulla sarà lasciato al caso. La mia come sempre è una visione abbastanza ottimistica...attendo i vostri pareri per discutere meglio la situazione! Forza ragazzi!

    RispondiElimina
  2. " Quante volte ho pensato nella vita, voglio fare quello che mi va... Poi le cose mi sfuggivan tra le dita, e arrivava la realtà... Non ho voglia di credere che domani sarà... Sarà diverso e poi... chi lo sa...? "

    (cit. Vasco Rossi - Quante volte)

    RispondiElimina
  3. Spero che almeno il basket mi riservi qualche soddisfazione in primavera... sarà l'unica possibilità di vincere qualcosa per lo sport forlivese quest'anno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Volley femminile filippo

      Elimina
    2. Anche il softball regala sempre soddisfazioni

      Elimina
    3. Non me ne vogliano le eventuali signorine che leggono il blog, ma gli sport di squadra in città per me sono solamente due, e cioè il calcio e il basket maschili ;-)

      Elimina
  4. “La Sammaurese ha meritato di vincere, non ci sono alibi ... Non ho niente da rimproverare ai miei giocatori, abbiamo fatto una grande rincorsa negli ultimi mesi, un campionato bellissimo fino ad oggi, spendendo tanta fatica ... Una giornataccia era dietro l’angolo ... Dobbiamo accettare il verdetto del campo, archiviare e ripartire”.

    queste in sintesi le dichiarazioni del nostro mister ... credo non ci sia altro da aggiungere ... anzi si ... come cantiamo in curva:
    LA GENTE COME NOI NON MOLLA MAI!

    RispondiElimina
  5. Bravo marco,mi associo:"LA GENTE COME NOI NON MOLLA MAI ".

    RispondiElimina
  6. Che frustrazione.....mi rode perdere quello sempre però lo vorrei fare con compagini di blasone e non con un formazione che fino a 3 anni fa manco in amichevole giocavamo.....

    RispondiElimina
  7. Oggi pessima giornata di lavoro e pure la sconfitta!
    Che dire....condivido le vostre riflessioni.
    Credo anch'io che il lavoro più impegnativo per Mr. Gadda starà nel motivare i ragazzi e forse aveva già cominciato a farlo.
    Le sue dichiarazioni pre partita parlavano di margini di crescita sia nel gruppo sia individuali...sarà dura ma questa squadra non deve smettere di stupire.
    Sono tra quelli che pensano che arrivare secondi non conti nulla...la formula dei playoff è macchinosa e snervante, tante partite per decidere una griglia di ripescabili, ma questo è, questa è la serie D.
    Con queste motivazioni son portato a credere all'unità nel gruppo e alla voglia di divertirsi e divertire senza pressioni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. bravo andrea ... oggi in curva si è sentita la tua assenza ... speriamo che i ragazzi in questo momento di difficoltà abbiano una punta d'orgoglio domenica prossima contro il rovigo e che ci facciano il regalo per natale.

      Elimina
  8. Ciao Marco, contiamo in un pronto riscatto.
    L'avversario è di quelli tosti e in ritrovata salute...ci sarà da divertirsi e in tribuna anche da stropicciarsi gli occhi.

    RispondiElimina
  9. Ho visto dalla tribuna i tifosi biancorossi cantare e incitare la squadra anche quando stava uscendo dal campo. Emozionante!
    Se ce ne fossero altri 50 come voi questo Forlì non lo fermerebbe nessuno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie carissimo! ... e hai ragione da vendere ... invece è una città di rammolliti.

      Elimina

Dì la tua