domenica 1 novembre 2015

Facile



Nocciolini (8) e Baldinini stroncano la Ribelle, priva in tribuna di Mambelli e con un Bernacci bravo sulla trequarti ma pasticcione in area. Brillano Bisoli, il Cammellu, Capellupo osannato come il messia (per forza, eravamo abituati maluccio), Turchetta e ovviamente il capocannoniere del girone. Continua a faticare parecchio Personè mentre Peluso è chiaramente imbottigliato dentro ad un tunnel psicologico. Brilla anche Gadda: se stiamo al passo delle migliori è soprattutto merito del mister e del suo staff.

In giornata ha vinto anche il Parma di misura sul RomCentro, si è fermato ieri l'Altovicentino, ha segnato Petrascu, non molla terreno il San Marino, vola a punteggio pieno l'Imolese di Pagliuca. Il prossimo turno a Legnago lo anticipiamo al sabato. A fine partita aperitivo da Nereo: l'aria è serena, purtroppo continua ad essere una stagione senza orizzonti. Maledetta serie D.

17 commenti:

  1. Oggi due infortunati nelle file del Parma il forlivese Saporetti portato addirittura in ospedale spero nulla di grave per il ragazzo è tanti auguri a lui e l'altro Giorgino... vittoria risicata vinta con una individualità. ...tifosi molto scettici ancora sul loro gioco e sul mister.....se gli girasse un filo storta ci si potrebbe credere più che mai....anche perché a parte noi anche loro devono incontrare secondo me le altre squadre valide del girone ossia San marino, Delta Tolle e Imolese.....a parte tutto oggi ho potuto vedere solo il primo tempo e sono andato via molto contento di quello che ho visto sul campo e permettetemi era da un po che nn vedavamo un giocatore come Capeluppo e Turchetta soprattutto il secondo oggi mi ha entusiasmato tanto
    Ale FURLÈ!

    RispondiElimina
  2. questa squadra col suo allenatore e direttore sportivo non sfigurerebbe affatto nemmeno in lega-pro.

    RispondiElimina
  3. Anche al Parma non può girare sempre bene e il campionato è lungo. In più si stanno inserendo anche Delta, Imola e San Marino oltre che noi. Per me (spero) ci sarà da divertirsi...l'importante è non pensare che sia già finito il campionato a ottobre, sarebbe da stupidi! Forza!!!

    RispondiElimina
  4. Tra parentesi, l'Imola da quando ha esonerato Bardi è diventata un rullo compressore vincendole tutte, se non erro:
    per quanta stima possa avere il sottoscritto nei confronti di Attilio Bardi e per quanto gli sia grato per il bel campionato vinto coi nostri colori, bisogna ammettere che è di certo un buon tecnico, ma non il fenomeno di allenatore che si è voluto (e che si vuole tuttora) dipingere da parte di parecchi tifosi forlivesi.

    Qua a Forlì si tende spesso a santificare questo o quell'allenatore, e viceversa a bocciarne e sminuirne altri basandosi molto spesso su pregiudizi o simpatie... questo è purtroppo un vizio ed un limite che ci ha ricondotto dove siamo ora.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci voleva proprio una perla di saggezza...

      Elimina
    2. Filippo, in un modo o nell'altro arrivi sempre a quel concetto li....non la mandi giù, quell'esonero è stato un boccone troppo amaro.
      Ti capisco pur non pensandola proprio allo stesso modo....ma così è andata purtroppo.
      La squadra gira bene ma nel girone si ritrova tra le palle una corazzata imbattibile (finora) ed è frustrante per noi tifosi pensare che quest'anno non c'è nulla da fare e l'anno scorso abbiamo buttato al cesso una stagione per un nonnulla!
      Ma Questo è.
      Non entro nel merito di Bardi...non so bene che problemi abbia avuto a Imola.
      Malgrado lo scazzo...passami il termine leggo che non molli e che continui a farti il fegato grosso come noi.
      Verranno tempi migliori. ..intanto godiamoci questo bel momento del nostro Forlì e speriamo duri.

      Elimina
    3. Ciao 619gar...ho nostalgia di quella serata...purtroppo dall'esito che sappiamo.
      Speriamo alla prossima in più partecipazione all'insegna della goliardia e del buon bere!!!

      Elimina
    4. Andrea, non era mia intenzione rivangare ciò che è accaduto nella stagione passata, e che tutti ormai abbiamo discusso ripetutamente e in abbondanza: mi sono limitato a considerare come l'esonero di Bardi ad Imola fosse stato salutato da molti qui sul blog con toni di scherno, dando addirittura dei 'matti' ai dirigenti dell'Imola, i quali avrebbero allestito una 'squadretta' da cui non si poteva pretendere nulla di più... per poi appurare che l'Imola col nuovo allenatore è a punteggio pieno dopo alcune giornate.

      Volevo soltanto sottolineare come certi allenatori, che sono sicuramente dei buoni allenatori, a Forlì siano stati praticamente 'beatificati' a prescindere da parte del pubblico e da certa stampa, mentre invece nei confronti di altri buoni allenatori ci sia stato sempre un atteggiamento pregiudiziale fin dal principio.

      Elimina
    5. Sì concordo che le serate così sono molto piacevoli e bisognerebbe organizzarne qualcuna in più magari in vista di qualche derby per organizzare anche un po di coreografia sarebbe un bello stimolo magari anche per invogliare qualche ragazzo a partecipare allo stadio....

      Elimina
  5. per la precisione ... l'imolese dopo il cambio di allenatore in campionato ha incontrato: sammaure - arzignano chiampo - villafranca - mezzolara e fortis juventus ... praticamente tutta la bassa classifica e anche la prossima gioca in casa con l'ultima ... mentre bardi precedentemente aveva pareggiato con castelfranco e ravenna e perso di misura con san marino - delta vigo e bellaria ( l'unica di bassa classifica) ... il problema da fonti certe non era la questione tecnica ma un difficilissimo rapporto tra allenatore e squadra ... c'è stato un ammutinamento della metà dei giocatori ... quindi certe considerazioni approssimative decadono all'istante e scivolano inesorabilmente nel cestino.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alle tue più che pertinenti considerazioni, aggiungo solamente che le qualità di un allenatore non si giudicano solo in base agli aspetti tecnici, ma anche per le capacità di fare gruppo e di gestire i rapporti con i propri giocatori... di conseguenza certe considerazioni non scivolano inesorabilmente nel cestino.

      Elimina
    2. filippo l'incompatibilità di carattere non è colpa di alcuno ... un po come fra me e te. ;)

      Elimina
    3. Su questo ti do ragione ;-)

      Elimina
  6. Per chiosare definitivamente sulla questione Bardi:

    non ho scritto che è un cattivo allenatore, anzi per me rimane un ottimo tecnico che ci ha fatto vivere annate esaltanti con un bel calcio: però a Forlì è stato quasi santificato ed eretto a 'mago' del calcio, neanche fosse Pep Guardiola o Zeman... quasi insostituibile agli occhi di alcuni tifosi.

    Il buon Attilio è sicuramente valido, troverà di nuovo migliori fortune andando oltre Imola... ma se fosse stato quel fenomeno che viene spesso dipinto, non allenerebbe ancora in serie D... tutto qua.

    RispondiElimina
  7. concordo in parte ... nel senso che in molti territori ... dall"arte alla cultura allo sport molti personaggi purtroppo rimangono nella'ombra sia per colpe proprie per sfortuna o per non essere stato inserito nelle classiche corsie preferenziali.

    RispondiElimina

Dì la tua