giovedì 6 agosto 2015

Cosa è successo e cosa succederà, per bene



Provo a chiare tutta la faccenda, per date e regole (e orari).

- Per iscriversi alla Lega Pro devono essere chiusi i debiti della stagione precedente entro il 1° agosto. Che quest'anno cadeva di sabato, quindi al 3.

- Per iscriversi alla Lnd da quest'anno va saldato tutto entro il 30 giugno. Il Forlì e molte altre retrocesse, probabilmente tutte ma questo non l'ho verificato, hanno considerato che al 30 giugno erano ancora 'formalmente' in Lega Pro (oltre al fatto che programmando un budget non è che centinaia di migliaia di euro si possono anticipare così, di un mese), quindi si sono attenute alla scadenza del 1° agosto.



- A metà luglio il Forlì e le altre società inizialmente non ammesse alla D hanno fatto ricorso, molte si sono affidate all'avvocato Di Cintio. Serenamente convinte, come era successo l'anno scorso al Rimini, che pagando nei tempi della Lega Pro a inizio agosto sarebbero state rimesse dentro.

- Il 30 luglio, dopo aver atteso invano l'ultimo corposo contributo della Lega Pro dovuto dalla legge Melandri, i cinque soci rimasti del consiglio direttivo del Forlì hanno acceso un altro mutuo per coprire questi benedetti ultimi due mesi di stipendi. Credo che la cifra si aggiri attorno ai 130mila euro.

- Il bonifico, presso la Banca di Forlì, è stato eseguito dal presidente Fabbri giovedì 30 luglio.

- Martedì 4 agosto si è riunita la Lnd, che però non aveva ancora ricevuto dalla Covisoc la comunicazione dell'avvenuta 'messa in regola', tra le altre, di Forlì e San Marino.

- Mercoledì 5 agosto attorno alle 16.45 la Lnd ha emesso il comunicato nel quale venivano estromesse dalla Lega Pro dodici società tra le quali Forlì e San Marino, riammesse altre, ripescate alcune.

- Mercoledì 5 agosto agosto attorno alle 17, dopo una sollecitazione telefonica - dai toni che potete immaginare - del Forlì, la Covisoc ha comunicato a Covisod e Lnd che il Forlì aveva provveduto in tempo a saldare le pendenze della stagione precedente. Ma ormai la frittata era fatta.



Cosa succederà ora?
L'avvocato Di Cintio notifica oggi o domani ricorso presso il Collegio di Garanzia del Coni. Nel frattempo presenta una istanza cautelare per la sospensione del provvedimento.
L'11 agosto è prevista un'udienza che però ha già in programma altre questioni. Di Cintio proverà a far inserire anche il caso del Forlì ma è prevedibile che la storia slitti a dopo ferragosto. Il 16 è una domenica, quindi 17 o 18.

Cosa dice il Forlì?
Ha pagato nei tempi, è tutto in regola, si è trattato di un ritardo nella comunicazione tra Covisoc e Covisod non ascrivibile alla società biancorossa. Il danno d'immagine è enorme, incalcolabile.

Cosa dice la Lnd?
Ieri diceva in via informale che il Forlì era fuori perché al 4 agosto non aveva ancora saldato le mensilità di maggio e giugno. Oggi a ora di pranzo il segretario mi ha detto che sì, il Forlì ha pagato nei tempi ma sarebbe stato meglio se avesse anche 'sollecitato' la Covisoc a comunicare il tutto, o addirittura avesse comunicato esso stesso (il Forlì) alla Covisod che i pagamenti erano stati fatti.

Un pastrocchio dal quale usciremo dopo ferragosto. Forse.

43 commenti:

  1. se si paga entro il termine prestabilito ed esistono le certificazioni si è in regola al 100% ... tutto il resto è fuffa ... non solo ... mi hai leso l'immagine e ti porto in tribunale ... per quel che mi riguarda su certe cose non si scherza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo al 100% sulla richiesta danni Righi, magari a campionato iniziato per evitare ritorsioni, sicuramente si poteva sollecitare la Covisoc, ma non rientra nelle normali procedure, sono loro che sono in difetto, il Forlì ha pagato nei termini, aggiungo inoltre che per ogni Azienda è normale pagare l'ultimo giorno utile per 2 motivi, uno nessuno a soldi da buttare e due se paghi prima non c,è nessun vantaggio....anzi... ti privi di liquidità e/o paghi interessi per i giorni anticipati.

      Elimina
  2. Che pena, che vergogna!!! E questi fanno le regole che poi non sanno neanche metterle in pratica??? Ma chi comanda il calcio, Topolino?????????

    RispondiElimina
  3. il gioco del calcio come tante altre cose in questo paese è profondamente malato se non addirittura in stato comatoso.

    RispondiElimina
  4. Non si arriva all'ultimo secondo a pagare scadenze vitali per una iscrizione in serie D.
    Ribadisco: società di buffoni, presidente in testa. Anche se si aggiustasse tutto, non so dove potremo arrivare con al comando gente così professionalmente superficiale ed impreparata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Filippo i soldi ahimè sono quel che sono! La storia ho scoperto essere ben più complicata: Fabbri ha preso in mano un Forlì SANGUINANTE e con pochi soldi!!! Ha sparato frescacce a destra e a manca questo è vero però ha provato a risanare il bilancio cacciando gli artefici del buco!
      Hanno pagato in ritardo perché hanno aspettato l'ultimo contributo della lega! Si sta attaccando con gli spiccioli ed è già molto che esistiamo ancora. Si cerca di stare in C solo per una questione di soldi derivanti dagli sponsor. È difficile fare calcio in questa maniera.
      Non cambio idea a riguardo il fatto che abbiamo un Presidente che a mio avviso PARLA TROPPO E A SPROPOSITO ma posso capire non sia facile.io forse al suo posto mi sarei arreso.

      Elimina
  5. Spiegato così, a parte la grave ingenuità di non aver segnalato il pagamento effettuato, cambia per forza il giudizio su tutta la questione. Chiedo scusa al presidente se mi sono fatto trascinare da rabbia e amarezza.
    Ora cercherò di dormire fino al 14 agosto sperando di svegliarmi in Lega Pro.

    RispondiElimina
  6. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  7. Che storiaccia, speriamo si risolva.
    Anche la LND non so per quale motivo ha assunto delle decisioni così rapidamente.
    Ho lavorato tanto in psichiatria...li si delirava meno...fra inchieste leghe calcio di vari livelli, combine e intercettazioni....boh....che farsa.

    RispondiElimina
  8. Ma nessuno sottolinea il fatto di aver accesso l'ennesimo mutuo?? Questo credo che sia il maggior campanello d'allarme... Se non si fa il botto ora si rischia di farlo a fine stagione...

    RispondiElimina
  9. Se faremo la lega pro e i conti saranno in ordine qui diverse persone si devono rimangiare davvero tanta merda!

    RispondiElimina
  10. Ho già cominciato cancellando alcuni miei post...fretta cattiva consigliera:-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Va bene però siamo diventati troppo cattivi in generale come persone.....vabbe questo è un discorso molto più grande e complicato del nostro amato Forlì :-)

      Elimina
  11. la reazione impulsiva ad una notizia anche poco controllata è accettata ... credo che le offese senza possibilità di contraddittorio a chiunque vengano dirette siano da chi le pronuncia un sintomo di frustrazione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come Sempre concordo al 100%... Speriamo sia Lega Pro con una squadra di giovani... A Mio avviso bisogna puntare Ed investire sul Settore Giovanile per garantire un futuro al Forlí Calcio... Non vedo altre strade... Salvo non si presenti Paperon de Paperoni...

      Elimina
    2. Mi pare che le possibilità di contraddittorio su questo blog ci siano tutte, basta iscriversi per essere liberi di esprimere le proprie opinioni.

      Elimina
    3. parole sante Marco.
      L'ingaggio di un professionista come Laurino quale direttore del settore giovanile mi fa pensare che in società abbiano preso questa direzione.

      Elimina
  12. Ribadisco di nuovo, senza alcuna offesa, dopo avere letto i commenti di oggi:

    - Se vuoi fare calcio devi averne le possibilità economiche.

    - Se queste possibilità vengono meno, devi cercare alternative, nel senso che o vendi la società e quindi cerchi acquirenti e lo dici chiaramente ed alla luce del sole, oppure consegni le chiavi al sindaco.

    - Se non hai più un soldo bucato in cassa a causa di un buco creato da altri (chi sarebbero questi altri non è dato sapersi), piuttosto che prendere in mano il timone te ne stai a casa oppure a produrre recinzioni.


    Questo è il mio ragionamento, lineare, limpido, senza dietrologie.
    Se poi qualcuno è contento dell'operato di una società che paga gli stipendi accendendo un mutuo all'ultimo minuto utile per l'iscrizione in Lega Pro, pardon, in serie D, beato lui.

    Io punto un po' più in alto e vorrei che il Forlì calcio non si trovasse sull'orlo del fallimento dopo una retrocessione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ho avuto momenti di paura, terrore, frustrazione, delusione.
      Ora ci hanno spiegato come sono andate le cose.
      Adesso BASTA !!!!!!!!!!!!
      Se punti più in alto, vai al manuzzi oppure al palafiera.
      Ce ne faremo una ragione della tua assenza al Morgagni !!!
      SEMPRE FORZA FORLI' !

      Elimina
    2. Ma tu non eri quello che saresti andato alla Venturelli in caso di scomparsa del Forlì dalla mappa del calcio...? Hai scritto così appena ieri...cosa ti fa pensare che il ricorso prossimo venturo verrà accettato senza alcun dubbio?
      Io personalmente non sono ancora sicuro di nulla, al momento siamo fuori da tutti i campionati: aspetterò fine agosto per trarre le conclusioni.

      P.S. al Manuzzi non metterò mai piede nemmeno se il Cesena andasse in Champions League.
      Al palafiera a vedere del basket di terza serie non credo proprio di andare. Al massimo potrò fare un salto al Dall'Ara a vedere il Bologna.

      Elimina
    3. Filippo, vai dove ti pare !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

      Elimina
  13. Allora spiegate al signor Filippo che il presidente Fabbri si è trovato un buco di 500 mila euro poco meno o poco più.....correggetemi se sbaglio altri informati sui dati e sulle cifre qui sul blog ci sono....è ora di darci un taglio sempre con i segreti di pulcinella mi sembra di vedere sempre la nostra classe politica anche qui con un sacco di bugie e sotterfugi......se il signor Filippo o altri nn sono contenti chiedano alla vecchia gestione e ai suoi collaboratori come mai tanti soldi spesi male in contratti a gente e giocatori inutili....qua state processando e offendendo una persona quale il presidente Fabbri volenterosa e che ci mette la faccia e nn solo che nuova in questa carica e in questo campo può commettere anche degli sbagli ma dovuti casomai ad inesperienza e non per strani o segreti piani

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io non sono così informato come te e come altri, mi limito solo a commentare dall'esterno come stanno le cose: ed i fatti sono che al momento siamo fuori dal calcio, può darsi per un errore della Covisoc, però anche la società ci ha messo del suo pagando all'ultimo minuto delle pendenze.

      A me fa rabbrividire venire iscritto per il rotto della cuffia in serie D, così come non capisco la sicurezza di quelli che già adesso considerano scontata la vittoria in tribunale sul ricorso: io mi auguro che vinceremo il ricorso, ma ripeto che per diversi giorni consecutivi saremo fuori dai campionati con la società scomparsa, e come ha scritto Riccardo sul Carlino di oggi, molti giocatori stanno già pensando ad un'altra collocazione.

      Se questo è un bel modo di gestire la prima squadra cittadina, auguri.

      Elimina
  14. Be poco lontano da noi c'è qualcuno che voleva fare la serie A ma poi piangeva sul giornale ogni due mesi perchè doveva pagare gli stipendi e nessuni obbiettava che dovesse lasciar perdere o vendere la societá....quindi forse potremmo farlo anche noi....

    RispondiElimina
  15. Cmq se sarà lega pro sicuramente aumenteranno anche gli introiti di sponsor di maggior peso rispetto ad una serie D con poca visibilità.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ovvio.....d'altronde quando si parlava di nuovi ingressi nella società era nel caso di Lega Pro ecco perché Fabbri si batteva tanto per la categoria

      Elimina
  16. Speriamo non ci siano più sorprese e che la situazione volga al sereno.
    I danni di immagine rimangono, enormi, causati dai farabutti al comando delle leghe C e D.
    SEMPRE FORZA FORLI' !!!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Adesso è solo colpa dei farabutti della Lega... cambi idea in fretta sugli accadimenti.

      Chi invece paga gli stipendi con l'acqua alla gola non ha sbagliato nulla, anzi è un perfetto esempio di efficienza dato che così ha risparmiato sui tassi di interesse.

      Non ci siamo proprio.

      Elimina
  17. Un'estate così c'è la ricorderemo tutti per un bel pezzo,speriamo che tutto vada come deve andare e che finalmente potremo vedere i nostri colori nella categoria che ci meritiamo per il nostro attaccamento a questa squadra ! Lo stress comunque mi sta logorando . . . !

    RispondiElimina
  18. É proprio vero. .un'estate così ce la ricorderemo per un bel po di tempo...
    Forse ce la siam passata meglio quest'Inverno....pensa te.

    RispondiElimina
  19. Se ne parlerà l 11 agosto, buon segno....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ricorso dall'esito scontato. La figuraccia resta e non e' stato certamente per colpa del Palazzo.

      Elimina
    2. "La figuraccia resta e non e' stato certamente per colpa del Palazzo." Quoto.

      Elimina
  20. Leggo spesso commenti con un livore ingiustificato verso il Cesena. Se vicino a casa, evitando di fare centinaia di km, abbiamo visto il calcio vero lo dobbiamo al cesena. Senza dimenticare che in questi ultimi travagliati anni decine di giocatori, con valorizzazione, sono arrivati da Cesena e che proprio uno di essi, Diuric, qualche mese fa ha regalato la Lega Pro al Forli. Evitiamo campanilismo senza senso e prendiamo esempio da cesena per tifo, calore e partecipazione di imprenditori alle sorti della squadra.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco, evitiamo il campanilismo...ma se qualcuno ce lo mette ci può stare.
      Navighi a queste latitudini lo devi accettare...con rispetto gufo.

      Elimina
    2. Il Cesena è la squadra che ha sottratto al Forlì (ed in misura minore anche all'intera romagna) due generazioni di tifosi, ha sottratto sponsor, finanziamenti e interesse a tutte le altre società romagnole, è l'idrovora del calcio romagnolo da decenni.

      Non credo proprio che un tifoso del Forlì possa avere in simpatia il Cesena calcio.

      Elimina
  21. Due estati super roventi fra calcio e basket! Inoltre anche un estate così calda nn si registrava da 80 anni :-) tutto coordinato perfettamente ahahah

    RispondiElimina

Dì la tua