venerdì 27 marzo 2015

L'ultimo Forlì-Ascoli (c'era Mazzone)



L'ultima partita dell'Ascoli a Forlì risale alla stagione 1968-'69, girone B di serie C. Fu un'annata disastrosa quella per i biancorossi che, neopromossi, rimediarono, cito il libro di Canepa, "una serie impressionante di record negativi: due sole vittorie e ventidue sconfitte, 51 gol incassati contro soli 16 messi a segno, 17 punti in classifica dopo 38 giornate". Il Forlì cambiò tre allenatori e iniziò la stagione sotto la guida del commissario straordinario S. Fabbri (Stelio). La retrocessione all'ultimo posto fu inevitabile.

Di positivo c'è che il ripetersi della storia solitamente avviene a cicli più lunghi di mezzo secolo, e poi quel Forlì a differenza di questo non diede mai segni di vita tanto che Santarelli a un certo punto se la prese sulla Gazzetta anche coi giocatori: "Mazzoleri è già la seconda volta che mi conferma di non sentire alcun dolore alla gamba infortunata tempo addietro, e dopo dieci minuti me lo trovo in campo zoppicante, inutilizzabile".

Se per il Forlì fu quella una stagione disgraziatissima, ad Ascoli è una fetta di storia perché fu il primo dei 27 anni di presidenza Costantino Rozzi. Non solo, come vedete dalla foto sopra che ho preso dal sito dell'Ascoli, in panchina sedette - Rozzi cambiò 4 allenatori - anche il mediano bianconero Carletto Mazzone, costretto proprio in quella stagione, ad appena 29 anni, a ritirarsi dal calcio giocato.

8 commenti:

  1. Cejas ancora out???????????

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si anche leo, gliozzi, reato, jidayi, hamlili...

      Elimina
    2. Cejas è out da un pezzo!!! Cmq credo che la chiacchierata post partita di Gubbio abbia aumentato il suo 'dolore'

      Elimina
  2. Ecco un altro errore della società che va a sommarsi ai tanti di quest'annata sciagurata ! I giocatori vanno presi a posto fisicamente e non di cristallo come sono i nostri.Esempio Leo Arrigoni e Jiday per non parlare di tutti gli altri sono sempre rotti. Della serie "maneggiare con cura"come certi oggetti fragili.Qui o si è sbagliata la preparazione o i cavalli zoppi li hanno dati tutti a noi !

    RispondiElimina
  3. Questa storia degli infortunati, è un altro segnale preoccupante che pone interrogativi, secondo me, sulla professionalità del preparatore portato da quel incompetente di Rossi (ha voluto Scotti al posto di Tonti)...e mi fermo qui, per non citare Forte Guidi ecc...

    RispondiElimina
  4. Ciao Rick! Però la foto dovrebbe essere del '72-'73: c'è Colautti primo in piedi da sinistra e mi pare di riconoscere Schicchi (penultimo seduto), che rimase ad Ascoli solo quell'anno. :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grandissimo Paolo! Ho visto solo ora il tuo commento. Non ho idea di che anno fosse in effetti ma c'è Mazzone in panchina giovanissimo e basta quello...

      Elimina

Dì la tua