martedì 31 marzo 2015

Forlì col cuore



Domani parla Firicano, giovedì sera si gioca a Ferrara senza Drudi squalificato. Nel frattempo, colpa mia che mi son perso in questi giorni, non vi ho dato conto del solito, strepitoso incontro di Kalle nelle scuole. Sabato mattina era alla 'Palmezzano' e per la prima volta c'era anche Fabbri, il quale per poco a fine incontro non si mette a piangere (a lato la gallery, qui tutte le foto grandi, c'era anche la Samorì). I due, Kalle e il pres, a fine mattinata hanno distribuito una settantina di sciarpe biancorosse a tutti i ragazzini e le ragazzine presenti. Bellissimo e intelligentissimo. Finalmente il Forlì comincia a credere davvero nell'iniziativa che, parere mio, porta cento volte più di quello che costa, è moralmente meravigliosa e rimette uno come Alberto - direbbe Garcia - al centro del villaggio. Se posso esprimere un desiderio personale mi piacerebbe presto o tardi vedere allo stesso tavolo oltre ai due sopracitati anche Aldone, il cui rapporto coi ragazzi delle scuole elementari o medie mi incuriosisce parecchio. Sabato 18 ultimo appuntamento stagionale al Pala Romiti con 200 giovani della 'Mercuriale' e plausibili prossimi tifosi del Forlì. Due giorni dopo, la sera del 20, Giuliana Salce in Comune. Chi è Giuliana Salce lo leggete qui: agli incontri di Kalle nelle scuole viene letta, sempre, la sua lettera di denuncia al doping che a me personalmente provoca lacrimoni trattenuti e aggrovigliamenti di stomaco.

Detto questo, prendiamoci sto benedetto 'Mazza'.  

11 commenti:

  1. Dato che ormai mi considero un lamentone ne sparo un altra: dopo aver con piacere visto che la mia idea sul cambio abbonamenti calcio-basket ha suscitato interesse in società, vorrei semplicemente dire che per aumentare l'affetto e il feeling fra squadra e pubblico nelle gare casalinghe sarebbe bello vedere i giocatori venire sia sotto la gradinata ma anche sotto la tribuna. Invece spesso vedo saluti veloci e tutti via di corsa. É un peccato. Oh sia chiaro non è una polemica la mia ma solo un piccolo suggerimento sia che si vinca sia che si perda in modo da saldare sempre piu squadra e tifosi! Forza ragazzi

    RispondiElimina
  2. Queste iniziative sono troppo belle ! Grazie capitano e grazie alla società!

    RispondiElimina
  3. Concordo con Matteo! Se la squadra facesse ciò nei confronti dei sostenitori, questi capirebbero che i giocatori tengono al loro supporto e si potrebbero quindi sentire importanti e avere più voglia di incitare e andare allo stadio! Le iniziative nelle scuole sono delle gran belle cose, bravi a Kalle e al presidente Fabbri e anche a tutti gli organizzatori che fanno si che questi incontri si possano realizzare!
    Io però propongo anche un'iniziativa che la società potrebbe fare verso tutta la città:
    Visto il momento importante e delicato,in cui ci giochiamo tutto e in cui il supporto del pubblico sarebbe fondamentale, perché non pensar di fare un mini-abbonamento a prezzo agevolato per le ultime partite casalinghe??? Cosa ne pensate voi ragazzi?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Qui siamo avantissimo

      Elimina
    2. Grazie Riccardo!! ;) io spero tantissimo che in società riescano a fare una cosa del genere,secondo me un po' di gente in più la porterebbe allo stadio!

      Elimina
  4. Giusto il miniabbonamento e bello i giocatori sotto i settori. Ne sparo un altra, nei miei primi anni di forli calcio (1976....) ricordo i giocatori prima della partita lanciare in tribuna garofani bianco rossi e palloni calciati sugli spalti... Facciamo anche questo....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se andiamo indietro negli anni ce ne sarebbero tante di cose da riproporre, oltre a quelle che hai detto tu. Dall'apecar con l'altoparlante la domenica mattina in giro per Forlì, ai volantini della partita appesi dappertutto e non solo in qualche bar amico....oltre a un paio di migliaia (e sto basso) di spettatori in più di adesso....quelli però sarà difficile riproporli.

      Elimina
    2. Ancora qualche anno di lega pro unica e vedrai...

      Elimina
  5. Vedo che le idee sbocciano come i fiori in primavera.....l'idea del mini abbonamento é bella ma difficile. A livello di abbonati c'è tantissimo da lavorare anke perchè quella attuata l'estate scorsa era pessima e ne avrei troppe da dire in proposito. Per i palloni o i fiori bell sta cosa.non la sapevo

    RispondiElimina
  6. Secondo me Matteo è possibile realizzarla ;) alla fine si tratterebbe di far acquistare un biglietto unico per le partite casalinghe rimanenti,quindi evitando tutta la trafila che bisognerebbe fare per l'abbonamento stagionale,con tessera fidelity ecc ... Se in società vogliono,per me, un bel lavoro con il "mini abbonamento " lo riescono a fare tranquillamente ;)

    RispondiElimina
  7. purtroppo o per fortuna (come cantava qualcuno che non c'è più) siamo italiani ... nel senso che siamo un popolo abituato a salire sul carro del vincitore e quindi nello sport legato ai risultati ... se quelli arrivano la gente arriva ... da noi manca la cultura del senso di appartenenza e di partecipazione ... per questo è sensazionale quello che sta facendo il nostro capitano e tutti gli altri con questa iniziativa nelle scuole ... come sempre la forza nasce dal basso.

    RispondiElimina

Dì la tua