mercoledì 14 novembre 2012

Gli striscioni e perché

Domenica al Morgagni c'erano tre striscioni nuovi: due sulla gradinata e uno in tribuna.



Sulla gradinata un saluto a Daniele Rossi, imprenditore delle disco vittima pochi giorni fa di un incidente stradale sull'A14. E poi l'abbraccio virtuale a Murta, tifoso biancorosso colpito da Daspo: per lui quella con il Santarcangelo è stata l'ultima partita al Morgagni, almeno per un po' (ci sono stati anche parecchi cori).



In tribuna invece il Club Alberto Calderoni ha esposto lo striscione nuovo di pacca, con primo piano del Kalle che sembra un attore americano (curiosità: la camicia è la stessa che portava domenica? E' lì, proprio sopra alla sua faccia).

8 commenti:

  1. ottimo lavoro lippi: davvero molto bello!!!!

    RispondiElimina
  2. bellissimo striscione.....
    spero che il club diventi piu'"attivo",una volta c'era un sito web e si organizzava il pullman per le trasferte.

    RispondiElimina
  3. MURTA NON MOLLARE!

    RispondiElimina
  4. LIPPI FAI TORNARE GRANDE IL CLUB!!!

    RispondiElimina
  5. massimo cortini15 novembre 2012 20:59

    complimenti a Claudio (o chi per lui) ! lo striscione è davvero molto bello !
    Forza Claudio ! ha ragione l'anonimo, sarebbe bello che il club tornasse ad essere "attivo" come l'anno del primo Bardi in serie D (secondi dietro al fano). Sempre in trasferta in pullman ....... bei ricordi ......

    RispondiElimina
  6. massimo cortini15 novembre 2012 21:06

    non conosco i motivi della diffida daspo a Murta .......... sulla situazione-stadi-ordine pubblico (soprattutto a Forlì) meglio lasciar perdere .... una parola è poca e due sono troppe ........ esempio domenica scorsa contro santarcangelo: settore ospiti presenti due tifosi ospiti - due - "protetti" da tre carabinieri e tre poliziotti ......... meglio stare zitti ........ anzi: non era meglio che qualcuno di loro fosse in giro per la città a pattugliare le strade ????? forse no; perchè a Forlì non ci sono furti nelle abitazioni/aziende ......... sarà la sclerosi che ha preso il sopravvento su di me (l'età avanza), ma certe cose non riesco a comprenderle.
    Chiedo scusa.

    RispondiElimina
  7. Allora adesso ve ne dico una e spero che qualcuno mi dia una spiegazione o una risposta chiara: dovete sapere che per entrare in gradinata si viene controllati dalla testa ai piedi (mutande comprese) e se si è in gradinata non si può andare in tribuna o viceversa e mi sembra giusto! Ora però mi dite come fa un signore ogni domenica in casa a venire dalla tribuna alla gradinata, con un paio di forbici o di pinze, stacca il suo striscione ALE' FURLE' e tutto tranquillo ritorna in tribuna!!!!!!!! IO VOGLIO SAPERE CHI CAZZO E' STO TIPO???!!!! PERCHE' VIENE FATTO PASSARE E NON SI CONTROLLA CHE ENTRA CON UNA POTENZIALE ARMA?????? cos'è le persone che sono in gradinata sono delinquenti e quelle in tribuna sono signori???? se qualcuno sà, PRETENDO SPIEGAZIONI!!!

    RispondiElimina
  8. siamo chiari... noi ultras siamo conosciuti nel senso sanno chi siamo, hanno i nostri nomi, conoscono i nostri volti... quindi ovviamente siamo costretti a subire qualche rottura in piu... domenica poco dopo l'esposizione degli striscioni per il murta (passati ai controlli all'entrata con l'ok dei carabinieri) è arrivata la polizia con la DIGOS dicendoci in modo poco tranquillo di non esporli, di toglierli arrotolarli ecc nonostante fossero stati controllati dai carabinieri come vuole la procedura... a forlì la repressione è diventata insostenibile!

    RispondiElimina

Dì la tua