giovedì 19 luglio 2012

Forlimpopoli-Ravenna



Aspettando i gironi (quasi certo due di Prima e due di Seconda, qui il probabilissimo girone del centro-nord dove sarà inserito il Forlì) la giornata assume contorni indimenticabili grazie al comunicato diramato stamattina dal sindaco di Ravenna Fabrizio Matteucci.

Matteucci: “Ravenna Sport 2019 giocherà In Promozione. Sono soddisfatto”
Questa mattina si è svolto a Roma, nella sede della F.I.G.C., l’annunciato incontro sull’iscrizione della neonata società Ravenna Sport 2019 al prossimo campionato.
La delegazione ravennate era composta dal Sindaco Fabrizio Matteucci, dall’Assessore allo Sport Guido Guerrieri e, in rappresentanza della neonata società, Giorgio Bartolini, Alessandro Brunelli e Giorgio Bottaro.
La delegazione è stata ricevuta dal Presidente della F.I.G.C. Giancarlo Abete, dal Presidente della Lega Dilettanti Carlo Tavecchio e dal vice-presidente Alberto Mambelli.
Al termine dell'incontro il Sindaco Matteucci ha rilasciato la seguente dichiarazione.
“Sono soddisfatto:rischiavamo di giocare in terza categoria, mentre invece partiremo dalla Promozione.
Ringrazio il Presidente Abete e il Presidente Tavecchio.
E' chiaro che oggi il calcio ravennate paga tutti in una volta i problemi e gli errori di questi anni, fino al disastro della gestione Aletti.
Ho assicurato che la nuova società non ha nulla a che fare con le precedenti gestioni.
D’altra parte le persone che danno vita alla nuova società sono le stesse che hanno salvato il salvabile della passata stagione.
La nuova società seguirà il principio inderogabile di non fare mai il passo più lungo della gamba.
Le vicende di questi anni ci costringono a fare in bagno di umiltà, il che probabilmente non è un male.
Adesso dobbiamo ricostruire, dopo le macerie che abbiamo ereditato.
Rivolgo un appello ai tifosi e all’imprenditoria locale per assicurare il massimo sostegno a questa nuova impresa.
Infine ringrazio il nostro concittadino Alberto Mambelli, il cui impegno ci ha consentito di scalare quattro serie rispetto ad un’ iscrizione di tipo pedissequamente burocratico al campionato 2012-2013”.


Dunque Forlimpopoli-Ravenna la giocherà anche mio fratello, giovane portiere dei Leoncelli artusiani. Che emozione.

6 commenti:

  1. forlivese forever19 luglio 2012 22:16

    noi a forlì abbiamo già avuto quest'amara esperienza, e senza fare una piega l'abbiamo superata,e pian piano abbiamo scalato le categorie, ed oggi dopo 5 anni siamo in lega pro, il problema degl'odiati ravennati è che sistematicamente ogni tanto(spesso)falliscono. stiamo a vedere come andrà a finire questa volta, di sicuro da tifoso forlivese l'augurio è di vederli falliti molto presto. ciao ciao.

    RispondiElimina
  2. Io da sportivo e tifoso forlivese vorrei vederli un po più sportivi ed educati, la rivalità e il capanilismo è un'altra cosa rispetto a quello che hanno scritto al posto della parola FORLI' nella classifica sul loro sito "lineagiallorossa".
    IO li avrei fatti partire dalla prima categoria per questo motivo se fossi stato nei vertici responsabili e lo avrei fatto presente, il calcio in termini di sportività ed educazione ha ancora molto da imparare a partire dai loro dirigenti.
    Saluti Carlo.

    RispondiElimina
  3. io da ultras spero di rivederli presto... e in faccia... non come quest anno che manco dalle macchine sono scesi...

    RispondiElimina
  4. io godo un sacco nel vedere il RAMERDA messo così....ah ah ah ah !!! però avete visto come si è sbattuto il loro sindaco per non farli partire dalla terza categoria???????????? A Forlì la nostra amministrazione non sà neanche di averla una squadra di calcio VERO BALZANI???? VERO MASINI??? a no mi sono sbagliato, l'affitto mensile dello stadio, ecco quello si che ve lo ricordate!!!!

    RispondiElimina
  5. san mercuriale20 luglio 2012 13:41

    che fortuna!!! hanno molti molti più derbi di noi, ma ci pensate noi con il mantova e loro col forlimpopoli, non cè paragone, poi avranno la gioia di visitare meldola noi venezia, vi giuro provo grande invidia, ma me ne farò una ragione.

    RispondiElimina
  6. evidentemente a ravenna c'è chi si sà proporre all'amministrazione locale con autorevolezza, visto l'impegno in prima persona del primo cittadino in merito alla situazione del ravenna calcio, noi a forlì forse manchiamo proprio di questa peculiarità, vista la scarsa attenzione che viene rivolta al forlì calcio, e pensare che all'interno del consiglio della società certo non mancano personaggi di spessore capaci di dialogare con le istituzioni, ora forse è il caso di scegliere con più attenzione chi dovrà avere tale incarico.

    RispondiElimina

Dì la tua