lunedì 16 novembre 2015

Torna Eva



Adesso gioca centrale di difesa, ci credete? Io devo vederlo marcare qualcuno, con quel sinistro lì mi sembra una follia. Comunque mercoledì Ale Evangelisti tornerà a casa, al Morgagni. Ieri sera gli ho chiesto di scrivere due righe per il blog, ha detto che non se la sentiva poi mi ha mandato queste, in teoria personali in pratica credo di fare cosa buona rendendole pubbliche anche a voi. Per capire il ragazzo e salutarlo bene, mercoledì. Prima di batterlo ovvio.

Mi prenderà un po' male quando entrerò allo stadio, quando passerò il cancello da dove sono entrato le domeniche parcheggiando nel viale, mi prenderà male rivedere certe persone, cambiarmi nell'altro spogliatoio, scendere dalle scale guardando altri indossare i colori biancorossi... Entrare in campo e guardare la tribuna rivedendo i nostri tifosi e nella gradinata gli ultras... Ripensare a tutto quello vissuto in quegli anni, le vittorie e gli applausi ma soprattutto le sconfitte e le critiche che tanto mi hanno fatto crescere soprattutto l'ultimo anno. Quando entrerò tutto so che mi ripasserà davanti sapendo che abbiamo fatto veramente qualcosa d'importante come la giornata magica col Porto Tolle, consapevole che tutto questo è passato e resterà solo dentro i miei ricordi.
Alessandro Evangelisti

8 commenti:

  1. Non son certo due righe ma una lettera profonda e segnata dalle emozioni e dai ricordi ancora vivi e troppo attuali.
    Il pubblico del Morgagni non dimentica i suoi eroi e ti accogliera' con un caldo abbraccio.

    RispondiElimina
  2. Condivido ciò che ha detto Andrea. Eva sempre uno di noi

    RispondiElimina
  3. Bello lo striscione sul panda :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie filippo, quello striscione mi era sempre rimasto impresso. spiega molte cose, credo

      Elimina
    2. Forli non dimentica i suoi eroi Eva uno di noi

      Elimina
  4. Chi come Eva ha onorato la gloriosa maglia a strisce biancorosse,sarà sempre accolto con rispetto e affetto dal pubblico del "Morgagni ".Forlì non dimentica i suoi eroi. . . . !

    RispondiElimina
  5. italiani popolo di nostalgici ... mai una proiezione futuristica un evoluzione creativa ... mai.

    domani tre pere a 'sti cipollari e li rimandiamo a casina ... subito. ;-)

    RispondiElimina
  6. Eva il più bel ricordo il gol contro il Rimini e che gol....

    RispondiElimina

Dì la tua