sabato 3 ottobre 2015

Chi gioca oltre ad Enchisi


Merelli in porta; Tentoni-Cammellu-Cola-Lorusso dietro; Capellupo e Turchetta a centrocampo, Nocciolini-Personé-Peluso davanti. Permettetemi di fare un elogio sperticato e del tutto prematuro al ragazzo che vedete sopra. Mercoledì durante Forlì-San Marino mi ha aperto il cassetto della memoria in cui stava custodito il segretuccio che mi confidò una volta Cangini: per capire se un ragazzo può diventare forte cerca di accostarne le movenze ad un calciatore già affermato. Dopo tanti anni di pallone non si inventa più niente.

Ecco, sottovoce e non ditelo in giro se no mi prendono per matto, quel ragazzetto ancora troppo esile che si inserisce in area in quel modo e corre in quel modo sembra Marchisio dieci anni fa.

Non l'ho detto.

12 commenti:

  1. invece l'hai detto ... e ne convengo ... è un gran bel centrocampista in una gran bella squadra con un gran bel allenatore in un gran bel stadio.
    ;-))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. QUOTO Marco!
      Finalmente domani si torna al Morgagni.
      Sempre Forza Forlì!

      Elimina
    2. Ciao Andrea non vedo l'ora di tornare nel nostro stadio ti tengo il solito posto,le ultime dal meteo dicono che nel pomeriggio non dovrebbe più piovere.Ovunque e Dovunque Forza Forlì.

      Elimina
    3. Può anche nevicare.. .e mia moglie costringermi ad uscire in pantaloncini corti!
      Oggi è il primo giorno du scuola per noi tifosi!!!...A dopooooooo.

      Elimina
    4. Vai in tribuna Andrea?

      Elimina
  2. Sarà contento il Rimini visto che Enchisi è del rimini e noi lavoriamo per loro valorizzandolo...

    RispondiElimina
  3. Concordo su Enchisi, se ricordo bene l'ho visto giocare nell'amichevole con il Santarcangelo e mi ha subito impressionato, per il suo dinamismo, ma anche per l'intelligenza di stare in campo, e che dire di Ricci e del ragazzino albanese, dotati di movenze naturali che fanno ben sperare per la loro carriera, ma io vorrei sottolineare anche Giannelli, che semmai nella partita di coppa è stato un po arruffone, ma mi pare un elemento interessante, mi ricorda un po Torelli (per stare bassi) con la stessa potenza ma con in più il cambio di passo, l'accelerazione, doti che fanno intravedere enormi possibilità. Se avrà la giusta umiltà di appredere e di seguire l'allenatore, credo che ha la stoffa per diventare "un calciatore"
    IMBOCCA ALUPO ! E domani CI SIAMO, Dai che ci divertiamo, al di là di tutti i "filippi"FORZA FORLÌ CONTRO TUTTI !!!
    Giannelli (pet state alti) mi ricorda Pasinato! (non lo volevo dire) :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. So che ti scoccia, ma io tifo per la tua stessa squadra, il Forlì: a differenza però dei 'finti biancorossi' come te, non ho mai sacrificato il sostegno alla mia squadra sull'altare di una antipatia verso un allenatore, come tu e tanti altri avete fatto non più tardi di un anno fa. Per me il sostegno al Forlì sugli spalti viene prima di tutto, quindi faresti meglio a tacere perché non sei in grado di darmi lezioni di tifo o di attaccamento alla maglia.

      Elimina
  4. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  5. io non voglio dare lezioni a nessuno, sei tu che hai dichiarato che col Forlì in serie D, saresti andato a vedere il Bologna, COGLIONE !!!!

    RispondiElimina

Dì la tua