giovedì 20 agosto 2015

Chi non gode in compagnia


Cliccando qui oppure sulla foto sopra potete scaricarvi il dispositivo del Tribunale federale. Nel frattempo tenetevi liberi per martedì sera: festona in piazza Saffi. Ah, che ne dite di dare un abbraccione affettuoso e tenero all'avvocato Eduardo Chiacchio? E' lo stesso che difese Oliveti nel processo di Kalle, e anche stavolta vede biancorosso e perde. 'Una pagina buia' dice. Ricorrerà in appello ma noi, finché c'è lui dalla parte dei cattivi, stiamo abbastanza tranquilli.

20 commenti:

  1. Evvai..... Io ci sono... Ovviamente tutti in maglia bianco rossa?

    RispondiElimina
  2. quella bella persona del presidente del teramo di nome campitelli farà ricorso perche ripete insistentemente che il duo nome non compare in nessuno rigo degli atti accusatori ... ma lui lo sa che la responsabilità diretta è attribuita alla società anche se è coinvolto un dirigente??? ... il nome del suo direttore sportivo marcello di giuseppe è citato non so quante volte ... e poi ci si lamenta del nostro presidente ... che tristezza ... ma soprattutto che gioia!! :)

    RispondiElimina
  3. Prima di organizzare feste in piazza, io aspetterei la certezza definitiva della Lega Pro, che da quanto ho letto dalle risposte alla mia domanda nel precedente post, ancora non c'è.

    Lo so che è molto improbabile che la sentenza venga modificata o annullata in appello...ma 'non dire gatto se non ce l'hai nel sacco' mi pare un imperativo obbligatorio in queste circostanze.

    Festeggiare qualcosa che ancora non si è ottenuto mi sembra quantomeno inopportuno: abbiamo vinto per 3-0 la partita di andata, ma c'è ancora il ritorno da giocare... e solitamente si festeggia a risultato acquisito.

    Quindi mi spiace, ma finchè non avrò la certezza totale della riammissione non festeggerò alcunchè, nè tantomeno verrò in piazza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono pienamente d'accordo pure io questa volta con te Filippo; -)

      Elimina
  4. Se invece verrete martedi troverete qualcuno che vi spiegherá perchè possiamo avere un sano ottimismo. Nessuno sa la veritá ovviamente ma ci sono situazioni che andranno a nostro favore anke se accoglieranno i ricorsi di Teramo e Savona. Quindi dato che siamo stati fiduciosi e speranzosi fino ad ora senza avere una minima certezza, non vedo perchè dobbiamo diventare pessimisti ora. Ciao

    RispondiElimina
  5. Io sono già in sbornia stasera...martedi ci sono!!!! Renzo non mancare!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vedrò di esserci.Sempre Forza Forli.Ciao

      Elimina
    2. Vedrò di esserci.Sempre Forza Forli.Ciao

      Elimina
    3. L'entusiasmo gioca brutti scherzi ..un po anche il vinello ahhhh
      Ho controllato i turni e martedi notte lavoro purtroppo. ..ci si vede al Morgagni, ciao.

      Elimina
  6. non voglio fare l'uccellaccio ma mi sento ancora una vota di professare "calma e gesso" ... un pò perché festeggiare prima quasi mai ha portato bene un pó perché il caso teramo - savona sta diventando un caso e caos nazionale con squadre che vogliono la B con squadre che pretendono la lega-pro al di la del loro girone ... non so quando stileranno i calendari ma c'è pressione da tutte la latitudini e l'esperienza mi insegna che nella totale confusione tutto può succedere (soprattutto in Italia) ... confido nella fermezza delle istituzioni sportive ma non si sa mai ... aspettiamo che il dado sia tratto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per curiosità, fammi ridere, chi pretenderebbe la Lega Pro al di là del suo girone...? No perchè il Forlì e il Gubbio hanno totalizzato più punti rispetto a tutte le quint'ultime degli altri due gironi... quindi se il Matera forse può avere qualche barlume di ragione (che comunque non ha) mettendo nel piatto il discorso Play-Off, per quanto riguarda la riammissione in Lega Pro delle squadre retrocesse non c'è proprio nessun appiglio per altre società al di fuori di Gubbio e Forlì...

      Elimina
    2. P.S. ma anche il Matera che cosa si inventa? E' solo arrivata in semifinale Play-Off, quindi semmai il posto spettante all'Ascoli potrebbe essere rivendicato dal Bassano che ha perso la finale Play-Off contro il Como ed oltretutto ha anche totalizzato più punti del Matera nella regular season...

      Io dico che qua stanno diventando matti in parecchi...

      Elimina
    3. Se fossi nella federazione incomincerei ad assegnare punti di penalità alle società che presentano ricorsi palesemente stupidi ed inconsistenti... vedrai che dopo molta gente eviterebbe di sproloquiare e rivendicare a casaccio.

      Elimina
    4. ho letto dell'aversa normanna dove i suoi dirigenti facevano conti ancora prima delle sentenze sulle possibili riammissioni di gubbio forli e propatria vantando non so quale prelazioni ... pazzi al cubo.

      Elimina
  7. non voglio fare allarmismi per carità ... ero consapevole della possibilità di tornare in lega-pro attraverso la giustizia sportiva e ora lo sono ancora di più ... predico solo pazienza ... viviamo in un paese dove solo la giustizia sportiva ha certa coerenza ... ma non si sa mai ... non sono scaramantico ma festeggiare prima non è intelligente.

    RispondiElimina
  8. Sono anch'io della medesima idea. Le reazioni vibranti di Campitelli, Delle Piane, e perfino del Matera ( che non vuole l'Ascoli in serie B ) provocheranno sicuramente degli ondeggiamenti rispetto alle decisioni prese. Il fatto che abbiano già tolti tutti i punti di penalizzazione non mi fa stare tranquillo. Non c'è più nulla da togliere. Se non restituire la categoria. Ma a quel punto a dire il vero bisognerebbe derubricare il reato da responsabilità diretta a oggettiva. E Campitelli dice che il suo nome non appare mai. Un'intervista di stasera a un responsabile di una famosa agenzia di scommesse chiarisce anche altri aspetti di quello che succede ultimamente. I truffatori hanno imparato che non deve mai emergere il nome dei presidenti per fare in modo che tutti i reati siano sotto la categoria di responsabilità oggettiva e non diretta. Per questo il fatto che i giudici abbiano deciso per una diretta e non una oggettiva, nonostante tutto, mi fa sperare bene. Ma le pressioni di qui al 30 saranno tantissime.

    RispondiElimina
  9. Sottoscrivo tutto quanto già espresso da Marco e Giovanni, ma soprattutto il fatto che festeggiare prima non sia intelligente, per niente.

    Sinceramente sono un po' perplesso dai trionfalismi di oggi che danno già per acquisito un risultato al momento ancora in discussione sotto tutti i punti di vista: vedo Riccardo che dà per certa la riammissione e pubblica un post parlando già di un nuovo possibile giocatore per la Lega Pro... vedo le foto sulla pagina facebook del Forlì calcio con Fabbri e l'assessore Samorì in piazza a festeggiare ed a stappare lo spumante... boh, o sanno qualcosa che a noi è sconosciuto, oppure mi paiono atteggiamenti quantomeno prematuri ed azzardati.

    Mettere il carro davanti ai buoi non è mai una buona idea, neppure per i festeggiamenti: io della giustizia, sportiva ed ordinaria, non mi fido finchè non si è giunti all'ultimo grado di giudizio.

    Aspetto il 31, poi ne riparliamo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dichiarazioni del presidente dell'Ascoli Bellini dopo la sentenza di oggi:

      "Ai tifosi bianconeri dico di non stare a sentire Campitelli, ma di rimanere calmi e aspettare, prima di festeggiare, che sia celebrato il processo d’appello fra qualche giorno”.

      (Tratto dal sito: http://www.quotidianolacitta.it/il-presidente-dellascoli-non-siamo-noi-ad-accusare-campitelli/)


      Se anche il presidente dell'Ascoli predica prudenza e attesa prima dei festeggiamenti, direi che a maggior ragione lo stesso dovremmo fare qui a Forlì, a occhio...

      Elimina

Dì la tua