sabato 18 aprile 2015

Abbattiamo L'Aquila


Formazioni annunciate: Firicano inserisce Jidayi a destra alzando Casini a centrocampo con Hamlili in regia e Tom sul centro sinistra. Davanti Capellini innesca il Micio e Rambo. Zavettieri beato lui lascia fuori Virdis. Tra poco si parte. Una motivazione in più: il rigore regalato all'Aquila nella gara di andata, vedi foto, che valse un punto per loro e ne tolse due a noi.

3' mi correggo: Casini terzino e Jidayi a centrocampo! Direi anche Tom regista, con Hamlili sul centro sinistra.

7' primo angolo della partita, lo batte il Forlì. Batte corto Tom, respinto.

9' destro violento dal limite di Capellini: para Zandrini centrale.

10' calcio d'angolo per L'Aquila. Nulla di fatto. Siamo ordinati e attenti.



15' stadio semi vuoto, gli ultras dell'Aquila sono rimasti fuori. Secondo angolo per il Forlì e batte Jidayi: credo sia il primo corner della sua vita.

17' Prima grande occasione della partita: Triarico sfonda a destra e dalla linea di fondo serve un pallone d'oro a Corapi, che allarga troppo il compasso e spedisce fuori alla sinistra di Scotti.

19' GOOOOOL! Docente! Sinistro sporco incrociato che batte Zandrini. 10° rete in campionato per l'Emilio: andiamo.

L'uomo più pericolo dell'Aquila è certamente l'esterno sinistro Triarico. Molto bene Turi (e Hamlili) su Pacilli nel primo quarto di gara.

29' Pur di gufarci il telecronista di Sportube tv annuncia la promozione del Rimini.

30' ancora Triarico crossa benissimo, Corapi vede arrivare Scotti come un treno e non riesce a deviare in gol. Firicano scatenato.

31' Jidayi se ne va a destra e serve il Micio in area. piattone destro non preciso: occasionissima per andare sullo 0-2.

L'Aquila ha talento ma è evidentemente distratta. Si può fare.

33' Corapi dai 35 metri, Scotti per non saper né leggere né scrivere la devia sopra la traversa e fa incacchiare ancora l'Aldone.

33' Perna a colpo sicuro trova un miracoloso Scotti che respinge di reni e istinto. Ora abbiamo perso tranquillità. Attacca L'Aquila e fa paura.

38' contuso Drudi, Jidayi prende un bel fallo sulla trequarti e dimostra che nell'emergenza può anche essere una mezz'ala.

40' seconda palla persa ingenuamente da Arrigoni, Pacilli crossa e Perna devia a lato. Ocio.

42' Tom spaesato in regia ne combina un'altra, Perna calcia dal limite lemme lemme.

43' fallo di Drudi al limite. Il difensore si arrabbia con i compagni per la troppa mollezza.

44' palo pieno di Pacilli che calcia dalla parte di Scotti, immobile come Icaro.

45' il telecronista: 'Indemoniato Aldo Firicano'.

Fine primo tempo. Siamo in vantaggio 0-1 con gol dell'Emilio. Cosa non funziona: Tom in regia ha sbagliato qualche passaggio di troppo, Capellini dieci metri avanti a lui è poco coinvolto quando ripartiamo, dalla parte di Casini imbarchiamo acqua.

48' sinistro al volo di Tom dai 30 metri, alla Bergkamp in fallo laterale.

52' si sente qualche urlaccio verso i giocatori dell'Aquila. Docente poco lucido, si scalda Morga.

54' Fuori Perpetuini e dentro Sandomenico, una punta per un centrocampista. Zavettieri comincia a mettere i carri armati davanti.

56' Sandomenico giù in area ma è lui che sfonda di testa il petto di Casini, Pedalare.

59' Corapi ancora dai 35 metri, Scotti devia una mozzarella a centro area e per fortuna che un difensore biancorosso arriva per primo e spazza in angolo.

60' entra Virdis, 24 gol a Savona due anni fa, ed esce Triarico. Facciamo basta? Nel Forlì Fantoni per Jidayi.

63' combinazione volante Emilio-Micio, salva in spaccata Zaffagnini.

67' fuori il Principino, dentro il Cammellu. Serve sostanza forlimpopolese.

69' Sandomenico semina il panico nell'area biancorossa.

70' quattro tifosi cantano L'A-qui-la! L'A-qui-la! Sembra il Morgagni nelle giornate più malinconiche.

Una ventina di minuti recupero compreso alla terza vittoria in quattro gare. Daje.

75' MICIO! Coast to coast di Melandri che brucia la difesa dell'Aquila e di sinistro secca Zandrini. Siamo 0-2, nona rete in campionato - probabilmente la più bella - e seconda consecutiva.

79' Docente trattiene un avversario e viene ammonito. Ditemi che non era in diffida.

80' fuori Rambo dentro Morga.

Drudi e Catacchini fantastici.

85' destro alto di Arrigoni. E' il primo dell'anno?

88' Scotti vola a deviare un destro di Corapi dal limite.

90' scoccato. Andiamo a 39?

93' finisce qui. Il Forlì di Firicano vola, terza vittoria nelle ultime quattro, batte L'Aquila 2-0 e sale a quota 39. Domani mentre io sarò a fotografare il big match di Seconda categoria tra Carpinello e Scot Due Emme a voi toccherà seguire le altre partite, che ci interessano tutte. Intanto godiamo e anche parecchio.

56 commenti:

  1. Cejas neppure in panchina.

    L'AQUILA (4-2-3-1): Zandrini; Pedrelli, Pomante (Cap), Zaffagnini, Gotti; De Francesco, Perpetuini; Pacilli, Corapi, Triarico; Perna.
    A disp.: Cacchioli, Carini, Gizzi, Del Pinto, Sandomenico, Pozzebon. Virdis.
    Allenatore: Annunziato Zavettieri.
    FORLÌ (4-3-1-2): Scotti; Casini, Catacchini (Cap), Drudi, Turi; Arrigoni T., Hamlili, Jidayi; Capellini; Docente, Melandri.
    A disp.: Casadei, Fantini, Bisoli, Fantoni, Morga, Rosafio, Castellani.
    Allenatore: Aldo Firicano.

    FORZA FORLI' !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  2. Grazie Benito! Sempre più convinto che si possa sostituire Icaro con una sua statua

    RispondiElimina
  3. Per quello che posso vedere in questo primo tempo vedo appunto un po di situazioni in cui i giocatori sembrano spaesati come Cappellini e anche Jidai.....pensavo giocasse avanti casini e dietro Jidai....cmq il mister indiscutibile! !!!dai FURLÈ! !!

    RispondiElimina
  4. Mi sembra di sognare! !!!!!!

    RispondiElimina
  5. Se Docente salta la partita contro il Savona per quell'ammonizione davvero inutile cavolo mi fa rimangiare tutti i complimenti! Cazzo! !!

    RispondiElimina
  6. Dai dai dai domenica dobbiamo colorare il Morgagni come se fosse la finale di una coppa!

    RispondiElimina
  7. la tigre firicano tira un altro graffio al campionato! ... e che graffio!!! ..

    RispondiElimina
  8. Se domenica non riempiamo lo stadio, lo confermo, siamo una città di merda.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Domenica prendo il riposo dal lavoro e porto la fidanzata anche con il pancione! Nuove generazioni biancorosse devono crescere! !!

      Elimina
    2. Ti anticipo già allora che domenica prossima, come sempre del resto, non riempiremo lo stadio... se non è accaduto neppure lo scorso anno col Tolle, non vedo come possa succedere adesso.

      Non è questione di essere una città di m**** (perchè non lo siamo), il problema è che il calcio Forlì ormai non se lo fila più nessuno, a parte quei min 1000/ max 2000 appassionati che ogni tanto assistono alle partite.

      Elimina
    3. No no ha ragione Gianluca siamo una città di merda perché 500 baskettari potrebbero tranquillamente venire per una volta.....ma invece daranno il 2 di picche

      Elimina
    4. :-) come godrei se ci salviamo diretti e unieuro appoggiasse il calcio con pubblicità delle lavatrici stile Trapattoni con il mitico Aldone

      Elimina
  9. 90% Docente era diffidato.
    Avanti Morga !!!!!!!!!
    Speriamo di non aver subito infortuni. Jydai uscito, Tom,Cammellu stesi al fischio finale ………
    Fino a lunedì riposo e godimento poi testa bassa e correre !!!!!
    Grande Forlì !!!!!!!!!
    Grandissimi i tifosi presenti oggi !!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  10. arriviamo anche al milione di visite qua da venerdì-sabato... si potrebbe fare la pizzata del blog alla vigilia del partitone che dite?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. W il milione !
      presente ! ! !

      Elimina
    2. Ohi non facciamo scherzi! Io voglio mangiare!

      Elimina
  11. a me non sembra che docente fosse diffidato ... anche il suo non rammarico dopo l'ammonizione mi fa credere ciò ... se era in diffida dopo un ammonizione del genere firicano l'avrebbe sbranato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. docente no hamlili si

      Elimina
    2. Ottimo dai domenica rientra Pettarin.....siamo coperti dai Galletti!

      Elimina
  12. Se nel primo tempo L'Aquila avesse segnato 4-5 reti nessuno avrebbe potuto stupirsi: ho contato 5 palle gol pulite, palo compreso, oltre ad una supremazia territoriale che ci ha schiacciato costantemente nella nostra area. Il nostro centrocampo era completamente sovrastato e in bambola, con Arrigoni che sbagliava ogni passaggio regalando palloni pericolosi agli avversari.

    Cosa è cambiato rispetto alle precedenti trasferte? Semplice, che stavolta noi abbiamo avuto la fortuna di segnare il primo gol alla prima folata offensiva, mentre gli avversari ne hanno sbagliati in quantità industriale... un po' di sano culo anche a noi, finalmente, non guasta.

    Nella ripresa la partita è cambiata, con Firicano che negli spogliatoi avrà fatto il diavolo a quattro, e si è visto un Forlì che ha allentato la pressione difensiva alzando il baricentro del gioco pressando alto: il gol stupendo di Melandri ha quindi chiuso la gara.

    Per il resto cosa dire? Quando il duo Docente-Melandri gira, forma una coppia d'attacco da serie B... 19 gol in due sono davvero molti per giocare in una squadra in zona Play-Out.
    Altro che Forte, questi due se avessero avuto dietro il centrocampo della Lucchese avrebbero squarciato le difese avversarie.

    Ed ora direi che si può puntare alla salvezza diretta: le prossime tre partite sulla carta sono più semplici di quelle che abbiamo vinto nelle precedenti 4 gare.

    FINO ALLA FINE FORZA GALLETTO!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. tutto bene filippo ... a parte il discorso sulle ultime tre partite ... io tralascerei l'ultima perchè a quel punto tutto potrebbe essere già concluso o quasi ... ma con savona e san marino ... che sicuramente hanno un organico inferiore a pontedera e aquila ... ma dispongono delle nostre stesse motivazioni ... penso che saranno due autentiche battaglie ... dove potremmo sicuramente vincere ... ma anche perdere ... quindi testa bassa come un toro infuriato.

      Elimina
    2. parole sante Marco !
      da lunedì testa bassa e pedalare !!!!!!!
      … ma da questo punto di vista sono tranquillo con quell'Aldo in panchina !!!!!!!!!!
      FORZA FORLI' !!!!!!!!!!!!! CARICA !!!!!!!!!!!!!

      Elimina
    3. Sulle motivazioni di Savona e San Marino influiranno le prossime partite: se il Savona perderà domani con già la penalizzazione sul groppone, potrebbe venire a Forlì col morale sotto i tacchi.

      Lo stesso dicasi per il San Marino: se alla penultima arriverà quasi retrocesso, non credo avrà le stesse motivazioni del Forlì...

      Io piuttosto direi di prepararci già ad invadere San Marino, dovremo essere almeno 300...e che la società riapra il rilascio delle tessere del tifoso, e che cavolo...! Si potrà pure lasciare la libertà ai propri sostenitori di seguire la squadra in una trasferta decisiva!

      Elimina
  13. Premetto altra giornata di goduria seconda e quarta le Ferrari!

    RispondiElimina
  14. P.S. grandi i tifosi forlivesi di cui si sentivano i cori anche dalla diretta televisiva: oggi abbiamo giocato in casa.

    RispondiElimina
  15. P.P.S. ho visto la classifica e mi sembra di avere le allucinazioni: abbiamo quasi ripreso anche la Carrarese che per il momento ha soli 2 punti in più e domani gioca ad Ascoli...

    Comunque vada domani, saremo matematicamente a -1 dalla sest'ultima posizione...con il calendario a favore... mi sa che da qui alla fine saranno le altre a doversi preoccupare del Forlì, e non viceversa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. andiamo piano con gli entusiasmi e manteniamo un profilo basso ... anche se so che con la vittoria di oggi l'entusiasmo è a mille ... ma con savona e san marino ... che sicuramente hanno un organico inferiore a pontedera e aquila ... ma dispongono delle nostre stesse motivazioni ... penso che saranno due autentiche battaglie ... dove potremmo sicuramente vincere ... ma anche perdere ... quindi testa bassa come un toro infuriato.

      Elimina
  16. Siiii siii dai cazzooooooo bravissimi

    RispondiElimina
  17. domenica ore 15.00 :
    in 2.500 al Morgagni !!!!!! (se non piove, se non è una giornata da spiaggia, ecc ecc …….)
    SVEGLIA FORLIVESI !!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  18. quest'anno abbiamo vinto con ascoli reggiana aquila pisa e spal cioè le prime in classifica ... ma abbiamo perso con pro piacenza savona prato pistoiese e santarcangelo ... ora abbiamo il vento il poppa ma serve ancora qualcosa in più ... e credo che quel più ce l'abbiamo ... si chiama aldo firicano detto "la tigre".

    RispondiElimina
  19. Per la società: pregasi riaprire la concessione delle tessere del tifoso in vista della trasferta di San Marino!

    Grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prima di San Marino c'è il Savona quindi i forlivesi se così credono di esserlo che siano pallavolisti baskettari pattinatori o ciclisti per una volta possono anche venire a tifare la loro città se nn vogliono tifare il calcio!

      Elimina
    2. x la tessera del tifoso basta chiamare in sede e te la fanno. se hai info diverse sono sbagliate

      Elimina
    3. io sono andato in sede ma mi hanno indicato il prossimo anno

      Elimina
    4. Oggi la società mi ha comunicato che la tessera del tifoso si può fare per chiunque la richieda. Se in precedenza ti hanno detto diversamente hanno sbagliato, sarebbe curioso sapere chi ha così poca voglia di lavorare da impedire a un tifoso di seguire il ForlI in trasferta...

      Elimina
    5. Ah ecco, infatti...mi pareva strano che non si potesse fare la tessera.

      Per la gara col Savona, la considero già vinta data la differenza netta a mio parere a livello tecnico tra le due squadre: basti pensare che nella gara di andata stavamo vincendo fino al 90' in doppia inferiorità numerica e con una marea di infortunati. Se l'arbitro non si fosse messo in mezzo inventando due espulsioni, li avremmo battuti senza troppi patemi.

      Di conseguenza, mi porto già avanti per la trasferta di San marino, dove credo potremo festeggiare qualcosa di importante...

      Elimina
  20. secondo me ci sarà gente ... non pienissimo ma quasi ... le vittorie tirano sempre.

    RispondiElimina
  21. Il discorso del presidente Fabbri ha inciso da quel giorno società unita e squadra ricompattata ora i risultati si vedono in una rosa che SE AL COMPLETO SAREBBE DA META' CLASSIFICA. La squadra è in forma specialmente il reparto offensivo Scotti è tornato Scotti e la difesa non va più in affanno. Credo che con altri 6 punti sarà salvezza

    RispondiElimina
  22. Beh tutto anche grazie anche ad un motivatore come Firicano! Che dite se il prossimo premio del mese invece di darlo ad un calciatore non lo si consegna a mister Aldone....che ne dite?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Altrimenti fra i giocatori sarei indeciso fra Docente e Catacchini il primo per i gol e la grinta il secondo per la grinta e la super professionalità che dimostrato passando addirittura come difensore centrale

      Elimina
  23. Non ho visto la partita per impegni di lavoro purtroppo...non avevo neanche avuto tempo di guardare su internet il risultato, poi ragazzi entro nel blog e leggo... QUANTO GODO CAZZOOOO!!! ;) Forza Forlì!! Grandissimi tutti e Aldone immenso! La salvezza diretta è lì, IO CI CREDO DI BRUTTO!!

    RispondiElimina
  24. Forse il velodromo all'Aquila ci ha fatto sentire come se fossimo in casa ahahhah
    Ale FURLÈ!

    RispondiElimina
  25. Vittoria importante, e reparto difensivo con il giusto piglio, anche se Scotti mi ha lasciato un po perplesso. Certo che le due punte hanno fatto la differenza ! Adesso bisogna battere il Savona, poi vedremo.
    Per quanto riguarda l'affluenza allo stadio, non è che siamo una città di merda, il problema è che non abbiamo tradizione calcistica, non abbiamo mai partecipato a campionati superiori tali da coinvolgere gran parte della città e soprattutto giovani. Per creare entusiasmo ci vuole una squadra che per 3 o 4 anni stia ai vertici e lotti per traguardi più importanti.

    RispondiElimina
  26. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  27. Finalmente il Forlì ha trovato un allenatore anche durante la partita, non solo durante gli allenamenti, se si vince domenica prossima contro il Savona avremo un quadro molto più chiaro della situazione, abbiamo il non indifferente svantaggio degli scontri diretti, sarebbe un disastro arrivare a pari punti con un'avversaria ed essere sbattuti ai play-out per tale svantaggio.
    Saluti Carlo.

    RispondiElimina
  28. Intanto la Pro Piacenza ha preso due sberle a Pontedera: ultimo posto a nove punti di distanza...ci basterà fare un solo punto per essere certi di arrivare almeno ai Play-Out.

    A questo punto del campionato, due considerazioni da effettuare: la prima è che se avessimo potuto contare sulla rosa al completo senza tutti quegli infortuni, ci saremmo probabilmente salvati con largo anticipo e con qualsiasi allenatore.
    La seconda è che senza gli innumerevoli furti arbitrali subiti ci saremmo salvati in carrozza. Quindi se le cose dovessero girare per il verso sbagliato, la responsabilità dei direttori di gara avrà pesato come un macigno sul risultato finale.

    Un suggerimento per Firicano: provare Capellini più arretrato nel suo ruolo più abituale con Rosafio trequartista potrebbe essere un'idea valida.

    RispondiElimina
  29. Un consiglio a tutti: riguardatevi il gol di Melandri su Sportube, è uno spettacolo per gli occhi.

    RispondiElimina
  30. Adesso si capisce perchè NON andava ceduto alla Spal.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è vero ... probabilmente anche la spal adesso lo penserà di finotto .. ;)

      Elimina

Dì la tua