giovedì 5 febbraio 2015

Ruggisci, Leo


Stagione pece per Jidayi, che salterà per un ematoma che non si riassorbe Carrarese e anche Grosseto. La contemporanea squalifica di Drudi riaprirà le porte della squadra titolare a Leonardo Arrigoni, che finora ha giocato pochino: 747 minuti in campo, 9 volte titolare, due volte espulso (Grosseto e Prato).
Eppure il ragazzo, 22 anni e altrettanti infortuni alle spalle, vale abbondantemente la Lega Pro per tecnica, fisico e testa. Sarà la volta che diventa il re della foresta?

21 commenti:

  1. Piove sul bagnato...ma proprio quella pioggia di stasera, fredda, continua, che inzuppa le ossa bene bene. Uscirne vivi sarà un'impresa.

    RispondiElimina
  2. Ma uffa Jidaiy è sempre infortunato, ma non è una novità, anche l'anno scorso volta e gira era sempre pieno di acciacchi. Che ERRORE vendere Guidi, se poi si aggiunge il masokismo di aver confermato Rossi a tutti i costi e la sbagliata valutazione su Tonti si capisce perché ci troviamo in questa situazione, e si capisce anche perché la parola d'ordine del presidente da subito sia: "BISOGNA CHE IMPARIAMO A PERDERE" chissà che non si cavi la voglia.
    Direbbe Totò: presidente ma mi faccia il piacere.....!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "Masochismo di avere confermato Rossi"

      Anche dopo queste 5 superbe settimane senza Rossi, sei ancora convinto che il problema fosse lui... se valesse la pena prenderti sul serio, ci sarebbe da risponderti in modo non educato.

      Elimina
    2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    3. L'errore c'è stato, masochismo o non masochismo. E anche grave. Si è tenuto Rossi per un debito di riconoscenza e probabilmente anche per un costo di ingaggio ragionevole. Ma i suoi limiti erano già stati evidenziati più volte nella stagione scorsa. Poteva essere anche la scelta giusta secondo certi parametri, ma allora perché chiamare un direttore sportivo con tutte altre idee e soprattutto con un allenatore già pronto a subentrare? (Gadda...)
      Da quell'errore sono nati tutti gli equivoci seguenti. Menegatti aspettava ogni domenica l'esonero di Rossi, Rossi era sempre più assediato ( anche ingiustamente talvolta), soldi per un altro allenatore non ce ne erano più, molti giocatori li aveva voluti Menegatti ... Insomma perché non chiudere a giugno, tutti felici, tutti amici, tu vai per la tua strada (Rossi) e noi per la nostra (Forlì)?
      Almeno ora potremmo dare la colpa a qualcun altro e non a Rossi...
      Ma errore ci fu...

      Elimina
    4. Spiegazione dettagliata e puntuale, che focalizza l'errore commesso, in un modo esauriente.

      Elimina
    5. Io invece NON concordo per nulla: confermare Rossi dopo avere raggiunto l'obiettivo era un atto dovuto, come ricordò Pedroni dopo la promozione in lega Pro affermando 'siamo abituati a confermare chi raggiunge gli obiettivi'.

      Come me, altri tifosi avevano gradito la riconferma di Rossi lo scorso anno, tifosi che non faranno forse parte della schiera dei più 'rumorosi' o di quelli che insultano alle partite, tifosi che non scrivono sul blog, ma esistono anche loro: io stesso alla festa in piazza dello scorso giugno, dopo avere salutato tutti i giocatori che scendevano dal pullmann tra cori e applausi, sono andato di persona a stringere la mano a mister Rossi e l'ho ringraziato dicendogli che con Bardi non ce l'avremmo mai fatta...e sono tuttora convinto di questo!

      L'errore, se c'è stato, fu quello di assumere un direttore sportivo senza chiarirgli che avrebbe dovuto collaborare con l'allenatore senza mettergli i bastoni fra le ruote, e soprattutto senza volere decidere lui quale fosse l'allenatore giusto per il Forlì. Menegatti si è comportato da arrogante e prepotente, volendo decidere il destino di un allenatore e facendosi bello per il fatto di avere assemblato un buon organico...forse buono per la serie D, aggiungo io. La società avrebbe dovuto semplicemente fare fuori Menegatti al primo colpo, e decidere le mosse di mercato per gennaio insieme a Rossi: questa sarebbe stata la linea più sensata.

      Per Biancorosso: Il basket è sparito, forse è il caso che cambi risposta.

      Elimina
    6. "Filippo" ROSSI ARRENDITI !!!

      Elimina
    7. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    8. Arrenditi tu all'EVIDENZA!
      Il tuo nemico Rossi ci aveva tenuto a galla, ora stiamo colando a picco: mi auguro che non succeda mai, ma se dovessimo retrocedere manderò a quel paese te e tutta la gente coi tuoi stessi pregiudizi.

      Elimina
  3. dato che per evitare i play-out bisognerà ottenere tra i 45 e i 50 punti ... urge farne 22/23 nelle restanti 14 partite ... non mi sembra un'impresa teutonica ... ci si deve riprendere il morgagni ... alla fine del girone di andata nelle partite caslinghe eravamo primi in classifica ... ci vuole un pò di sano ottimismo.

    RispondiElimina
  4. Io invece la penso esattamente come Filippo... Ma su questo blog siamo mosche bianche!!! Forse a non meritarsi la serie C è proprio il tifoso medio del Forlì... Speriamo di salvarci e non fare più certi errori!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ho sempre sostenuto che tra il pubblico del basket e quello calcistico a Forlì c'è un abisso in termini di cultura sportiva: al Palafiera atteggiamenti di scherno e di intolleranza nei confronti di un allenatore vincente non sarebbero mai stati tollerati dalla stragrande maggioranza del pubblico.

      E di che pasta sono fatti i nostri tifosi cestistici lo si sta vedendo proprio in queste ultime settimane, con una querela di gruppo a cui hanno aderito più di 300 persone, volta ad avere giustizia contro chi ha ucciso per la seconda volta la pallacanestro a Forlì: onore a loro e a tutti quelli che si battono per una Forlì migliore, non solo nello sport...NON a chi cerca di affossarla.

      Elimina
    2. Filippo...o forse sarebbe meglio dire Lorenzo..Pedroni...ormai abbiamo capito che sei pro Rossi e pro società a tutti i costi...
      E inutile che cerchi sempre di avere l'ultima parola e spuntarla su tutto..la stragrande maggioranza dei tifosi non voleva Rossi cosi come molti in società..poi per questo vivere ( Bergossi ? ) e per convenienza, visto che non costava nulla, è stato deciso di tenerlo.
      Ma è inutile, ormai lo sanno tutti, che qui sul blog col nome di Filippo, e in società con il tuo vero ruolo, sia in atto una campagna pro ritorno della mummia pappamolla Rossi

      Elimina
  5. Filippo fai un piacere, dicci chi sei così con sta storia di Pedroni la finiamo qui

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aahahah...prima venivo accusato di essere Rossi in persona, poi ora il tale Del Sante addirittura pensa che sia Pedroni (fossi in Pedroni mi sentirei calunniato pesantemente...ma tant'è), il prossimo forse sosterrà che io sia l'ex presidente Conficconi in persona...??

      E' davvero penoso notare come certa gente non riesca a vedere più in là del proprio naso e non pensi che ci sono tifosi, come il sottoscritto, che hanno semplicemente idee diverse dalle loro, che stimavano Rossi come tecnico e non hanno capito il suo esonero.

      Io mi sono sempre dovuto sorbire sul blog ed allo stadio le critiche immeritate a Rossi, ed ora che in panchina Rossi non c'è più da 6 partite ed i risultati sul campo sono disastrosi, dovrei anche starmene zitto senza diritto di replica? Scordatevelo, qui mi può mettere a tacere solo il webmaster, Fantini nella fattispecie.

      Per accontentare Riccardo, rispondo che mi chiamo Filippo Flamigni (come mi ero già firmato in un vecchio messaggio di ringraziamento a mister Rossi dopo il suo esonero), classe 1977, nato e vissuto a Forlì.

      Cos'altro volete sapere, il numero della mia carta d'identità per caso...?? Ai critici di Rosi non vengono richieste tante informazioni sulla loro persona...mi auguro che ci sia parità di trattamento su questo blog.

      E comunque, a differenza degli anti-Rossisti professionisti, io non critico Vanigli per partito preso: oggi abbiamo giocato una gara sufficiente, anche se la Carrarese ha tenuto in mano il pallino ed ha avuto più occasioni di noi, a dimostrazione del fatto che che se si fa giocare Rosafio dietro le punte, Melandri da seconda punta e se si tengono Castellani e Pettarin in panchina qualcosa di meglio esce fuori. Spero lo abbia compreso anche il mister.

      Elimina
    2. P.S.: vorrei sapere poi dove è dimostrato che 'la stragrande maggioranza dei tifosi non voleva Rossi': si è mai fatto un referendum per caso...? Io noto che la maggioranza di chi scrive qui sul blog è contro Rossi, ma su questo blog siamo in 15-20 partecipanti al massimo... allo stadio chi sbraitava contro Rossi erano sempre i soliti 20-30, più qualcuno degli ultras che si divertiva ad appendere striscioni notturni di soppiatto.

      Non c'è alcuna certezza che la maggioranza del pubblico del Morgagni fosse contro Rossi, ma di una cosa sono sicuro: in questo momento la maggioranza dei tifosi del Morgagni pensa che l'esonero a metà campionato sia stata una emerita STRONZATA (scusate il francesismo).

      Elimina
    3. nessuno intende chiuderle la bocca o che lei possa esprimere originalmente i suoi concetti ... ma nessuno può dire che i suoi commenti non manchino di obiettività ... e si ricordi che i giocatori (che vanno comunque sempre sostenuti quando sono in campo per il bene della squadra) al di là dei propri limiti tecnici ... vanno fatti esprimere al massimo delle loro potenzialità sia atleticamente che tatticamente ... è giusto criticarli ... ma non giustiziarli.

      Elimina

Dì la tua