sabato 14 febbraio 2015

Max salvaci tu



Non bene il Forlì, anzi direi male. Gol rabbioso dell'Emilio a fine primo tempo, di sinistro con vaffanculo a chi lo aveva appena preso di mira dalla tribuna, poi i biancorossi hanno avuto il demerito di non chiuderla nelle tante occasioni (soprattutto potenziali) in contropiede e a metà secondo tempo il Grosseto l'ha pareggiata nel modo più stupido, con un colpo di testa di Fofana nell'area piccola su calcio piazzato. Così fa male. 

Per favore non tiriamo in ballo l'arbitro. Non è questione di cultura sportiva ma di onestà: magari c'era uno dei due rigori chiesti dal Forlì (ho dei dubbi, rivedremo le immagini) ma credo fosse anche piuttosto netta l'espulsione di Drudi su Fofana lanciato a rete, e Docente ha frantumato il naso di un difensore toscano con la solita, ormai è un classico, gomitata. Niente alibi quindi, please: il pareggio è giusto. Sui singoli: Scotti poteva uscire sul gol del pari? Da rivedere. Male Hamlili regista, Casini ha corso, Tom giù rispetto al suo standard, Emilio poco a parte il gol, Rosafio inconcludente e direi leggerino in un ruolo delicato, che toglie molto alla squadra avendo come alternativa, per dire, uno da corsa e forte fisicamente come Castellani. 

Cosa manca al Forlì? Soprattutto il centrocampo. I problemi grossi secondo me stanno lì. Non c'è ordine, non ci sono i tempi giusti, mancano le geometrie. Abbiamo tante mezze ali di rottura ma un solo regista, Cejas, che oggi era in panchina e presto, prestissimo riprenderà il suo posto. Nessuno di noi in passato gli ha risparmiato critiche ma ho l'impressione che in questa squadra, arruffona e timida, la sua presenza lì nel cuore del gioco sposti parecchi equilibri, tattici e psicologici. 

E ora che probabilmente finiremo in zona playout ci aspettano due trasferte: 6 punti in 12 gare finora lontano dal Morgagni. Stiamoci vicini. 

27 commenti:

  1. tutto giusto.
    Speriamo Cejas faccia prestissimo a tornare al 100% e che Cappellini fra 2-3 settimane sia pronto per fare 30 minuti.
    non molliamo e crediamoci !!!!!!!!!!!!!!!!
    FORZA FORLI' !!!!!!!

    RispondiElimina
  2. Per dire, non è stata nemmeno una partita giocata malissimo, si è visto cuore e il tentativo di costruire qualcosa di bello. Il gol fallito da Rosafio veniva proprio da una di queste azioni. Ma è una certa debolezza generale purtroppo, come quei bambini ai quali si dava il be-total da piccoli...raramente, rarissimamente fai più di un gol e quindi ogni errore è fatale. Centrocampo solo di corsa, quando c'è la corsa, e poca testa...questa squadra purtroppo scivola giù piano piano annaspando non avendo la forza di tirarsi su, pareggino dopo pareggino...speriamo in Max come dice Riccardo...

    RispondiElimina
  3. tutto giusto ... tutto vero ... e giusto(forse) non tirare in ballo l'arbitro ... ma in una partita così ostica ed equilibrata ... dove gli avversari sono fisicamente più imponenti dei nostri ... non può un guardalinee(quello sotto la gradinata) dove per tutta la partitane ne ha fatte di tutti i colori a venti minuti dalla fine segnalare un fallo a favore loro inesistente anzi direi sconcertante in una posizione pericolosissima e dove è nato il pareggio ... e la sensazione è che non avrebbero mai segnato ... e scotti è croce e delizia ... fortissimo tra i pali sconcertante sulle uscite ... non esce quando dovrebbe ed esce quando dovrebbe stare un pò sereno ... comunque è un campionato pazzo ... ogni giornata una o più sorprese ... possiamo retrocedere come salvarci tranquillamente ... vedremo.

    RispondiElimina
  4. l'arbitro non va nemmeno nominato....la squadra crea poche occasioni da gol e nel secondo tempo non ha più tirato in porta. Questo deve farvi riflettere altro che arbitro...

    RispondiElimina
  5. Nelle ultime sei partite se non sbaglio abbiamo fatto meno punti di tutte le altre squadre, io penso a questo....

    RispondiElimina
  6. Siamo sempre lì, tutti noi abbiamo visto, che la squadra aveva carenze a centrocampo e che Guidi non andava svenduto, tutti noi tranne la società ! Ma cosa è venuto a fare Arrigoni ???

    RispondiElimina
  7. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  8. Oggi è stata una partita equilibrata, con poche occasioni da ambo le parti: Rosafio meno brillante del solito, ma è stato servito poco e male dai compagni di reparto.
    Il Grosseto si è rinforzato parecchio a gennaio acquistando 8 nuovi giocatori, ed in campo si notava che se c'era una squadra in grado di portare via l'intera posta, questa era quella toscana.
    Il Forlì è stato costretto anche oggi sulla difensiva per larghi tratti, mentre in casa si dovrebbe cercare di imporre un po' di più il nostro gioco se si vogliono vincere alcune partite.

    Piccolo dettaglio: al 74' il fuorigioco fischiato all'attaccante toscano lanciato solo davanti a Scotti era inesistente, basta verificare bloccando l'immagine su Sportube...direi che l'arbitro ci ha anche avvantaggiato.

    Resto moderatamente ottimista per il fatto che ogni partita vive sul filo degli episodi e, se ci gira bene, possiamo anche recuperare in trasferta i punti persi in casa: il derelitto San Marino ha vinto contro L'Aquila, quindi significa che l'equilibrio arriva fino in fondo alla classifica.

    Certo, per gli infortuni siamo sfortunati: Pastore che era uno dei nostri acquisti più azzeccati e incisivi, è fermo da due giornate.

    NON credo che il rientro di Cejas possa aggiungere qualcosa a questo centrocampo: ricordo l'argentino dell'andata, quando ha disputato partite imbarazzanti senza nè difendere e neppure riuscire ad impostare azioni degne di nota...si esibiva solo in semplici ed inutili giocate orizzontali, rallentando il gioco e, spesso, perdendo palloni banali.


    Prendendo in considerazione la gestione Vanigli, siamo a 6 punti in 7 gare: una media da ultimo posto, o quasi.
    Se non torniamo a vincere, anche e soprattutto in trasferta, la vedo grigia: coi pareggini e le sconfitte alternate si arriva ai Play-Out, e forse neppure nelle posizioni più vantaggiose per le doppie sfide.

    RispondiElimina
  9. io credo che gli arbitri vadano invece nominati eccome e questo non per creare alibi ma la classe arbitrale della lega pro è estremamente mediocre e anche molto influenzabile ... oggi al di là dei limiti tecnici un guardalinee accompagnato dal direttore di gara ha reso vano lo sforzo e l'impegno dei giocatori forlivesi protesi alla vittoria ... e basta parlare sempre di che c'è di chi c'era e di chi è andato ... il forlì per chi lo segue va sempre sostenuto sino alla fine retrocessione o meno che sia ... ci siamo resi conto che la squadra è forse la più debole del girone però dall'inizio del campionato sino ad ora mentre altre squadre salgono e scendono in classifica e viceversa noi abbiamo avuto la costanza di mantenere il nostro livello di classifica e secondo me non è un cosa da sottovalutare ... poi magari si scivolerà piano piano nel baratro ma questo è ancora da vedere e son convinto si lotterà con le unghie sino alla fine. FORZA BIANCOROSSI!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La più debole del girone no, non lo è...adesso non esageriamo: è una squadra da medio-bassa classifica.

      Elimina
  10. P.S. anche oggi, come domenica scorsa, Scotti ha fatto la sua topica decisiva: è uscito a vuoto sul gol del pari, lasciando la porta sguarnita.
    Sarà anche un bravissimo portiere, ma spesso commette errori decisivi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. assolutamente d'accordo ... e forse qualcuno dovrà prenderne atto

      Elimina
  11. come si giudicano le squadre sotto il profilo tecnico atletico e tattico si deve giudicare anche chi dirige le sfide ... le terne arbitrali della lega pro sono sempre al di sotto del rendimento dei ventidue atleti in campo ... sempre.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io sinceramente non ho visto l'arbitro di oggi dirigere contro il Forlì: se anche avesse sbagliato a fischiare quel fallo, si tratta pur sempre solamente di una punizione dalla trequarti, non di un rigore inventato come quello contro L'Aquila o un'espulsione inesistente.

      Quel gol poteva essere evitato con più attenzione sulle marcature, inoltre Scotti è andato completamente fuori tempo sull'uscita: questi sono errori dei giocatori, non dell'arbitro.

      Elimina
  12. io non ho detto che l'arbitro ha diretto contro il forli ... ho parlato precedentemente del guardalinee che si inventato un fallo ... ma anche l'arbitro era in ottima posizione per vedere ciò che non è mai esistito come pure la punizione dal limite assegnata sulla caduta nel vuoto di de feo senza che nessuno lo sfiorasse ... e ho parlato del bassissimo rendimento delle terne arbitrali in generale dato che vedo moltissime partite del nostro girone ... e riguardo al fermo immagine sul fuorigioco ... il giocatore fofanà è con mezzo busto al di là di tutti. amen

    RispondiElimina
  13. io rimango della mia idea,gennaio folle

    RispondiElimina
  14. dovevamo intervenire a centrocampo,ed invece,abbiamo indebolito la difesa,dovevamo trovare un alternativa a Docente e Melandri,abbiam preso una punta ,che in 5 anni ha realizzato 3 gol,in c2.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. speriamo in quel ragazzo del sassuolo "gliozzi " ... sembra un talento ... 16 goal nella loro primavera ... ma è comunque un incognita.

      Elimina
  15. Ottimo almeno il pari del Savona

    RispondiElimina
  16. in prato-ascoli le formazioni si sono scambiate le maglie

    RispondiElimina
  17. Ricordo che la società doveva operare a 'budget zero' per il mercato di gennaio: di conseguenza se volevi prendere qualche giocatore nuovo in più, era chiaro che avresti dovuto privarti di uno stipendio pesante qual era quello di Guidi. Si sarebbe potuto lasciar partire Cejas al posto di Guidi, ma data la nostra abbondanza di difensori centrali si è preferito optare per Guidi.

    Secondo me col vincolo di operare a costo zero si è realizzato un buon mercato: Pastore e Rosafio si sono rivelati ottimi giovani, e possono essere considerati entrambi centrocampisti (Pastore è un esterno offensivo più che un terzino, Rosafio un rifinitore che opera dietro le punte); Gliozzi è ancora da verificare ma secondo gli addetti ai lavori è un'ottima punta. Certo, sarebbe servito anche un regista di spessore al posto di Cejas, ma a quel punto si sarebbe dovuto spendere, oppure trovare qualcuno a cui sbolognare l'argentino...e evidentemente questo qualcuno non è stato trovato.

    Questa società, per chi ancora non l'avesse capito, ha poche disponibilità economiche rispetto alle altre società di Lega Pro: più che gli allenatori o la gestione del mercato, è la mancanza di risorse finanziarie adeguate il vero motivo per cui rischiamo di retrocedere già dopo un solo anno dalla riconquista della terza serie.

    RispondiElimina
  18. il prato con l'ascoli ha dimostrato che anche se sei carente dal lato tecnico puoi con grinta e cuore per tutta la partita e un atteggiamento offensivo costante vincere partite come quella di oggi addirittura in inferiorità numerica per 25 minuti.

    RispondiElimina
  19. Prato carente dal lato tecnico? Il Prato è un'ottima formazione, che è in quella parte di classifica perchè ha avuto un brutto periodo di rendimento che ha coinciso con la vena realizzativa poco ispirata di alcuni giocatori, soprattutto di Bocalon.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    2. carente dal lato tecnico in questa partita ... rispetto all'ascoli ... infatti come ho scritto sopra in un'altro commento ... a mio parere il forlì tecnicamente ha la rosa più debole del girone B ... capito adesso??!

      Elimina

Dì la tua