domenica 21 settembre 2014

Saloon Morgagni



Cominciamo dal rigore non concesso al Forlì? Ero lì a tre passi: Pettarin dà una spintarella alle spalle che nove volte su dieci viene sanzionata, il difensore della Carrarese cade e tiene la palla tra le mani. Se non è fallo allora è rigore. Stranetto. Ma i guardalinee una volta erano casalinghi, adesso sono scarsi.

Espulsi quindi prima Vanigli e poi Rossi, gara molto combattuta nella quale la Carrarese si è mossa con grande organizzazione di gioco, ha ribaltato lo svantaggio iniziale firmato Hamlili (molto bene come vice Cejas) ed è arrivata a una manciata di minuti dai tre punti. Un'inzuccata di Forte a 60 secondi dal 90' ha tenuto in vita il Forlì, che sale a 5 in 5 gare.

Qualche passettino in avanti si è visto. La squadra aveva più logica del solito: Catacchini a destra, pur con molti errori, è un giocatore che qualcosa porta. Di Hamlili in mezzo abbiamo detto. Leo Arrigoni capisce le intenzioni degli avversari un quarto d'ora prima, Guidi è sempre il migliore dietro. Il Forlì ha giocato bene la parte centrale del primo tempo, nel resto della gara ha costruito poco in fase offensiva, affidandosi ai soliti lanci lunghi per Docente e Melandri. Pari nel complesso giusto.

21 commenti:

  1. Unico spettacolo i ragazzi della gradinata. A parte loro e quei venti minuti del primo tempo... Il nulla...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hai ragione ! nel primo tempo i cori rimbombavano fino alla tribuna !!!!
      Buoni i 20 minuti del primo tempo; poi dopo il nostro vantaggio il nulla più totale fino agli ultimi 10 minuti giocati coi nervi.
      Siamo sempre alle solite: non abbiamo un gioco, un identità. Tutto è frutto dell'improvvisazione e delle capacità dei singoli.
      Mi è piaciuto Fantoni (fino ad oggi tenuto nascosto). Qualche volta disubbidisce a rossi - che vuole che non oltrepassi la metà campo - e va quasi sul fondo per buoni cross. Visto oggi è lui il nostro miglior esterno e batte bene anche i corner.
      Credo che con 38 punti si facciano i playout ……..

      Elimina
  2. Gianluca d'accordo con tè, non sono solito a commentare gli arbitri ma oggi è stata una cosa vergognosa , hanno condizionato ed innervosito la partita.... Secondo me non sono in grado di arbitrare neanche l'arci.... Veramente scandalosi....

    RispondiElimina
  3. Qualche luce nelle ombre. Le luci: abbagliante quella della gradinata, grandissima. Hamlili, ha gamba e velocità per 90 minuti. I primi venti del primo tempo, dominio e azioni corali che dimostrano che la squadra saprebbe giocare a calcio. Il gol di Forte, stacco imperiale e imperioso.
    Le ombre: come con la Regia, la squadra segna e poi rincula, lasciando campo e giocando solamente di rimessa. Un errore marchiano in difesa sul secondo gol, da campionato di Eccellenza. La squadra va a strattoni. Improvvisamente si risveglia dopo l'uno due della Carrarese. Ma solo allora. Ancora troppo pochi gli affondi dai lati. In questo modo sacrifichi le due punte ad uno sfiancante lavoro di boe centrali per rilanciare ai lati. Centrocampo ancora troppo prevedibile (...Pettarin?). Vogliamo anche dire che non è certo da professionisti farsi cacciare allenatore e vice? Ma che esempio è?
    Insomma per cinque punti una faticaccia. A 38 ci si salva?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Con 38 punti si va ai Play-Out

      Elimina
    2. La mia era una battuta:-) È ovvio che si andrebbe ai playout!

      Elimina
  4. Cominciamo dal secondo tempo. Inguardabile. Partita indecifrabile. Carrarese innocua fino a quando non ha trovato il gol della domenica. Da quel momento 30 minuti di nulla da parte del Forlì salvato da un guizzo finale. E dire che nel primo tempo il Forlì aveva controllato bene con buone trame. Ma le partite durano 90 minuti. Ci sono buone individualità ma gioco poco e manca personalità. Lottare lottare lottare ci sarà da soffrire

    RispondiElimina
  5. Il primo gol della Carrarese non conta, perchè un tiro da quella distanza (quasi a metà campo) viene una volta ogni 1000.

    Positiva la decisione di Rossi di rinunciare a Cejas e metterlo giustamente in panchina: ed infatti qualcosa di più vivace a centrocampo oggi si è visto, a tratti.

    Il problema è che Cejas nei progetti di inizio stagione avrebbe dovuto essere il cardine del centrocampo forlivese...ed è stato anche il nostro maggiore investimento.

    Comunque a parte la Reggiana che mi aveva molto ben impressionato e che ci aveva messo sotto di brutto, delle altre squadre affrontate sinora non ne ho vista nessuna che ci sia stata superiore sul piano del gioco: regna l'equilibrio e le partite vengono decise dalle individualità.

    RispondiElimina
  6. Mi sembra assurdo che non si riesca a vincere in casa contro la Carrarese, squadra media, non certo una big del campionato.
    Primo tempo dire il migliore fin qui visto (tolto quello all'esordio con la reggiana), casualmente non c'era moviola Cejas e finalmente sulle fasce i ragazzi si son dati da fare.
    Nel secondo tempo poco nulla, a parte il gol della domenica da 35 metri, il secondo gol preso a difesa ferma in linea è sintomo di un calo fisico e di concentrazione che ancora troppo spesso vien fuori.
    Il rigore era evidente e non si può non fischiare, ma alla fine l'episodio fa il pari col gol regolare annullato alla Reggiana per cui diciamo che la chiudiamo qui.
    Adesso tre partitine toste: si va in casa dello strano Grosseto (capace di tutto) e poi doppia con le quotate Pistoiese e Ancona. Resisterà Rossi? dipende dal risultato di Grosseto, anche se non sarà in panca e non so chi ci sarà in panchina visto che anche Vanigli s'è fatto buttar fuori.
    Ah, in difesa siamo i secondi peggiori dopo il Gubbio (non conto il Prato che è forte e pur avendo preso 10 gol ne ha fatti ben 6 più di noi).

    RispondiElimina
  7. È proprio il caso di dirlo, il Forlì è una pena. Oggi obbiettivamente la fortuna non ci ha assistito, il gol da 40 metri, il rigore non dato, tutti episodi negativi, ma il problema principale è che venire alla partita, come ho già detto è una pena, non mi diverto, tutto è lasciato al caso, non un fraseggio, non una sovrapposizione, non uno scambio in velocità e poi la qualità dei giocatori. Che delusione T. Arrigoni, Pettarin, Cejas, Catacchini, Casini, Turi, Diurich, ma non era meglio prenderne qualcuno in meno ma di maggior qualità ? E che dire di Rossi?? Avete visto tutti i cambi di oggi, senza senso senza logica, insomma un disastro.
    Concludo dicendo che Guidi deve giocare in mezzo, bisogna cambiare allenatore e acquistare 3 giocatori, un laterale un centrocampista e un attaccante di qualità, con le palle, altrimenti è ...SOLO NOIA !!!

    RispondiElimina
  8. Oh ma non vi va mai bene niente? Oggi il Forlì ha fatto due goals, ha giocato un buon primo tempo, poteva beneficiare di un rigore e ha subito due goals improvvisi e alquanto fortunosi, acchiappato il risultato, meritato, all'ultimo assalto e voi criticate sempre tutto e tutti?
    Guardate un pò cosa c'è su "Tuttolegapro" nei top e flop sulla partita:
    FLOP
    Nessuno (Forlì): partita generosa dell’undici romagnolo che, dopo il rigore non concesso e lo svantaggio (tutto a distanza di pochi minuti), non ha mollato e ha cercato in ogni modo di conquistarsi il punto. GLADIATORI.
    Forse non tutti la pensano come voi...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fortunato tu, che resci a vedere tutte queste positività e riesci a divertirti!

      Elimina
    2. Giampaolo la tua analisi ha senso ma top e flop di tuttolegapro sono attendibili quanto una mia analisi di una partita di tamburello

      Elimina
    3. "gladiatori" ahahah ma per piacere

      Elimina
  9. Nel frattempo alla Ribelle continua a segnare Spadaro... Tre gol in tre partite e mezzo (subentrato alla 1^ giornata)... Avrebbe fatto comodo, molto comodo!!!!

    RispondiElimina
  10. Concordo con Giampaolo! Cazzarola nn siamo mica in serie A!!! Ieri il forlì ci ha provato un po' più di tutte le altre volte.....abbiamo visto un forlì nn bello ok sono d'accordo ma già senza il GORDO siamo stati un po' più veloci abbiamo cercato qualche cosa di diverso.....la partita è stata decisa da episodi un rigore a nostro favore e due gol loro su 3tiri in porta in tutta la partita.....sentivo la gente all'uscita che diceva che ci avevano dominato.....ma che cazzone guardate.....hanno dato 3 tiri in porta totali.......se poi casomai mi dire che avevano un po' più di compostezza in campo ci può stare ma facevano pena......e noi purtroppo dobbiamo ancora maturare tanto....vorrei fare un grande complimento ai ragazzi della gradinata BRAVISSIMI!!!! ero li vicino a loro e davvero sono encomiabili....mai un offesa ai nostri galletti e poi hanno cantato per 90 minuti!

    RispondiElimina
  11. diciamolo chiaramente,questa squadra puó dare di più,non dico molto,ma di più certamente,anche gli episodi arbitrali non è che sono molto a ns favore,paghiamo forse la partita iniziale?squadre che c'hanno dominato io non lo ancora viste,il piacenza,con l'handicap,è partito molto forte,ma pare che sia già un po cotto,il teramo,che parlano già di promozione,un tiro un gol,a forli.le prossime partite saranno decisive per Rossi,credo che anche lui,possa fare/dare molto di più!!!

    RispondiElimina
  12. I Ragazzi danno sempre il massimo e continueranno a farlo per tutti i 90 minuti !!!!! Pretendiamo solo una cosa: che la squadra dia sempre il massimo come facciamo noi!!! Non si lotta in un 11 in una partita: ma in 12 e il dodicesimo siamo Noi!!!!

    RispondiElimina
  13. Le divergenze di opinioni sul Forlì attuale sono semplici: i tifosi che si lamentano pensano che il Forlì debba essere una squadra più forte delle altre, dominare le partite e lottare per le prime posizioni anche in terza serie, ma il problema è che questa squadra non è allestita per giocarsi un campionato ad alti livelli.

    I tifosi che invece vedono un Forlì discreto in grado di dare quello che può, e tra questi ci sono anch'io, sono consapevoli che questa squadra è stata allestita al risparmio solo per una salvezza: di conseguenza in campo non si vedrà mai una squadra che vince facilmente ed in grado di dominare le partite, ma ci sarà sempre da lottare su ogni pallone anche, a volte, giocando peggio degli avversari.

    La differenza di giudizio sta tutta qui, a meno che la società non decida di rinforzare la squadra con 2-3 acquisti di spessore, nel qual caso forse si potrebbe vedere qualcosa di più divertente.

    RispondiElimina

Dì la tua