mercoledì 30 gennaio 2013

Il basket alla frutta


Oggi pomeriggio in via Zuelli drammatica conferenza stampa del presidente FulgorLibertas Giorgio Grazioso, che chiede aiuto alla città per evitare che a fine anno finisca tutto in polvere. Nel frattempo sono sul mercato tutti i giocatori: chi riceve le offerte più vantaggiose per la società - e Todic pare ne abbia già - sarà lasciato partire.
Vista anche questa, e considerato che domenica al Benelli c'è il derby Ravenna-Forlimpopoli, vien da dire una volta di più che il brodo di casa nostra è grasso. Con o senza rinforzi sul mercato di gennaio.

9 commenti:

  1. gianluca tosoni30 gennaio 2013 20:41

    grande Fanto

    RispondiElimina
  2. Va la ke io mi tengo stretti i miei cari conficconi bellini castellucci buccioli pedroni baldini gomme cassa dei risparmi e tutti quelli ke ho dimenticato GRAZIE X QUELLO CHE FATE PER NOI TIFOSI

    RispondiElimina
  3. Be non scrivono piu tutti quei fenomeni ke volevano soldi, giocatori ecc ecc ecc???????????????

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Presente!!! Allora ci vuole chiarezza: se soldi non ce ne sono, piuttosto che andare in crisi economica, può essere salutare vendere e sfoltire la rosa (i vari Bergamaschi, Renzi, Ferri, Oggiano o Buonaventura, Sabato, che di certo qualcosa costano...) e mi sta benissimo!! Ma se i conti sono a posto e in cassa qualcosa c'è, perché non fare un tentativo di rinforzo ora che siamo attaccati al treno play off??? Non mi sta bene sentir dire: siamo a posto così come siamo!!! Non è vero perché qualche lacuna nella squadra e' evidente e l'acquisto di una punta e un centrocampista forti penso che assicurerebbero i play off con prospettive interessanti!!!
      Ma tanto ognuno la pensa a suo modo e non siamo noi i dirigenti e quindi... Stiamo alla finestra e sugli spalti del Morgagni a tifare e vedere che succederà!!! Non dimentichiamoci che se per un colpo di fortuna o non so cosa si andasse ai play off e si salisse in C1 (magari anche con ripescaggio) il prossimo anno SI VIVE DI RENDITA CON ZERO RETROCESSIONI!!! E allora si' che potresti risparmiare e fare un campionato in cui puoi far giocare anche la Beretti!!! Questa è lungimiranza... O no?????

      Elimina
    2. Anonimo caro 23.50, non é che dimostri molta arguzia con questa uscita, ci manca il tiè e poi facciamo l'asilo...magari è l'orario e forse si spiega...
      Se vuoi capire il senso di quello che io e altri (bene lo ha fatto anche quello sopra) abbiamo detto è un conto e puoi replicare su quello, se invece vuoi fare il simpatico saccente, buon per te...

      Elimina
  4. In tempi di crisi è giusto accontentarsi e fare passi proporzionati alla propriie gambe e in questo i dirigenti del Forlì sono maestri da sempre e con questo atteggiamento ci hanno riportato in C2. La tifoseria di Forlì è comunque esigente: per farla sognare bisogna fare qualcosa di più, un rinforzo di mercato magari serve più al pubblico per dare entusiasmo che agli equilibri della squadra. L'importante è non stupirsi se la gente non si esalta se pareggiamo in casa o viciamo con la Giacomense all'ultimo minuto.

    RispondiElimina
  5. va là anonimo 30 gennaio 23:50 sta buono..

    RispondiElimina
  6. A mio avviso la società fa benissimo a non fare mosse azzardate, ciò che a mio avviso manca è il riuscire a fare un mercato in uscita ed in entrata. Nella attuale rosa del Forlì vi sono 4 elementi che faticano con la categoria e difficilmente di quì alla fine del campionato giocheranno. A questo punto li si piazzava magari in D e se ne prendevano 2 di categoria. La società da questo punto di vista deve maturare, fare delle scelte magari difficili per i giocatori, ma il calcio e questo. In effetti il mercato di gennaio viene chiamato di riparazione proprio per questo, per tracciare una linea sul girone d'andata e attrezzarsi per quello di ritorno. Alessandro.

    RispondiElimina

Dì la tua