venerdì 28 dicembre 2012

Chi trema



Se il Forlì non spende, altrove la terra comincia a tremare sotto i tacchetti dei calciatori. Ad Alessandria - tre punti sopra al Forlì - il tecnico Cusatis ha chiesto chiarezza alla società dopo che l'assemblea dei soci ha deciso di non ricapitalizzare, aprendo di fatto scenari inquietanti per non dire (sportivamente) tragici. A Milazzo invece hanno deciso di risolvere il problema "modificando la rosa", circumnavigazione linguistica che sta per "è finito il grano". Al posto dei numerosi partenti, fa sapere la società siciliana inserita argutamente nel girone di centronord, arriveranno (cito testuale da tuttolegapro.com), "numerosi giovani direttamente dalle Primavere di squadre blasonate di serie A e B". Numerosi eh. Direttamente, sicuro. E soprattutto blasonate: Braida, Marotta e Branca fanno a gara per prestare i giovani migliori al Milazzo, come no.

Infine Mantova. I prossimi avversari del Forlì - un punto sotto, due dalla zona playoff, incrocio il 6 gennaio - erano partiti per salvarsi e nonostante un girone di andata sfavillante hanno deciso di esonerare l'allenatore Sauro Frutti (foto). Difficile capire il perché, qui ci prova il giornalista della Gazzetta di Mantova Massimo Birbanti, anche se resta la sensazione che la decisione di presidente e diesse (Alfio Pelliccioni) abbia radici un po' più profonde dell'atteggiamento difensivistico mostrato dalla squadra che all'esordio ne prese tre al Morgagni. Tant'è.

I soldi sono pochissimi ovunque basti pensare che Marco Bernacci è in uscita dal Bellaria ma non trova una maglia da indossare a latitudini accettabili. L'Airone a gennaio sarebbe un affarone, se solo qualcuno avesse una disponibilità economica immediata. Il Forlì ci ha messo una pietra sopra, convinto che l'apatia di Petrascu presto o tardi finirà. Solo il risveglio di Dracula - che fino a giugno pareva un giocatore di serie B, due categorie sopra ai compagni - può tenere i biancorossi agganciati al treno playoff. L'invito a compagni e tifosi biancorossi è di stare vicino al loro bomber più talentuoso. Coccolarlo, versargli sulla cresta romena tonnellate di affetto (se non altro per gratitudine dopo la stagione stellare dell'anno scorso). E' necessario che Petrascu torni a sentirsi il fuoriclasse che è. Perché senza mercato, solo lui e Melandri al 110% possono regalare al Forlì una primavera da sogno.

10 commenti:

  1. Una grande Pernacchia al calcio moderno!

    RispondiElimina
  2. Fosse solo il calcio moderno ad avere problemi....qua non so se tutti ma proprio tutti se ne stiano accorgendo ma sta andando ogni cosa a putt@ne...

    RispondiElimina
  3. Giusto per dire qualcuno che conoscono tutti: Lanzoni bmw ha chiuso bottega...

    RispondiElimina
  4. secondo te petrascu è un fuoriclasse???? sai quanti giocatori ho visto realizzare 28 / 30 reti in diversi campionati di serie d,poi fare la c e non arrivare in doppia cifra???.be per adesso sta succedendo la stessa cosa a petrascu.4 gol di cui 2 su rigore sono pochini o no.con questo non sto dicendo che sia un bidone ma andiamoci piano con certe affermazioni.

    RispondiElimina
  5. il calcio è finito! E' morto da anni! Ora sta crollando su se stesso! pay tv, leggi repressive, troppi soldi che giravano e ora sono finiti, mercenari, tessera del tifoso e porcate varie l'hanno ammazzato!

    RispondiElimina
  6. previsioni per l anno che arriva:
    1 risveglio del gransissimo Seba (11 goal nel girone di ritorno)
    2 ritorno del mitico Micio (insieme a Seba la miglior coppia d attacco della storia del Forlì)e si rivede il Forlì di sempre
    3 società (da ringraziare a prescindere visto che tutti chiudono bene o chiudono male e loro continuano a mandare avanti la baracca per pura passione e senza alcun ritorno...)attiva nonostante le affermazioni degli ultimi giorni, magari blindando (a vita) mister Bardi e partecipando alla fantastica iniziativa che vede Kalle (la bandiera) a seminare nelle scuole
    4 il Comune di Forlì che continua a latitare...
    5 Alla faccia di tutti Forlì ai play off (arriviamo quarti, lo dico da inizio campionato)
    6 ai play off ce la giochiamo...
    Buon anno a tutti
    Toso

    RispondiElimina
  7. Ma perché il Forlì deve comprare gasbarroni o quei giocatori li? Per fare la fine del Monza? Dell'alessandria? Falliscono e il Forlì col suo budget rispettato ogni anno vince

    RispondiElimina
  8. gianluca tosoni30 dicembre 2012 12:25

    esatto!
    e poi,finalmente, abbiamo cominciato ad azzeccare i giovani. Ingegnesi, vesi e arrigoni sono validissimi.
    o arriva qualcuno veramente top player o stiamo cosi fino alla fine (...dei play off)
    Toso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. massimo cortini30 dicembre 2012 20:14

      esatto !
      (solo per quanto riguarda che se arriva qualcuno deve essere un top player)
      ...... stiamo così fino alla fine (del campionato regolare, in posizione tranquilla di centro classifica)

      Ciao Luca ! Tanti auguri di buon anno a Te e famiglia !
      e a tutti i tifosi del galletto !

      Elimina
  9. gianluca tosoni31 dicembre 2012 12:12

    buon anno max a te e famiglia
    e a tutta la famiglia biancorossa
    fino alla fine forza galletto

    RispondiElimina

Dì la tua